Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 50 del 24/10/2015


OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI CONTABILITA? - DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE - D.U.P.


Il giorno 24/10/2015 alle ore 09.30 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Rigazio Anna
2) Filippi Bruna
3) Castelli Gianni
4) Bobba Roberto
5) Grigolo Emiliano
6) Autino Livio
7) Corgnati Giovanni
8) Cena Giovanni Rocco
9) Bertotto Stefano
10) Germano Livio
11) Civati Fernanda
12) Saggio Claudia
1) Beltrame Donatella
Totale presenti 12Totale assenti 1



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Rigazio Anna assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 4 dell'ordine del giorno.

-
Deliberazione CC n. 50 del 24/10/2015 - PROPOSTA
OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI CONTABILITA? - DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE - D.U.P.

L?AMMINISTRATORE COMPETENTE

 Visto il vigente regolamento comunale di contabilit?;

Considerato che l?art. 170 del TUEL 267/2000 ha introdotto il D.U.P. ? Documento Unico di Programmazione ? che definisce gli indirizzi strategici ed operativi dell?Ente;

Visto l?allegato A1 al D. Lgs 118/2011 ?principio contabile applicato concernente la programmazione di bilancio?, che al punto 8 recita ?entro il 31 luglio di ciascun anno la Giunta presenta al Consiglio il Documento Unico di Programmazione?;

Considerato che ? necessario, in assenza di ulteriori precise indicazioni sulle modalit? e tempistiche dell?iter di approvazione del D.U.P., prevedere le stesse nel Regolamento di Contabilit?;

Dato atto che nelle more di un complessivo ed organico adeguamento del vigente regolamento di contabilit? al nuovo ordinamento contabile, occorre procedere ad una specifica integrazione dello stesso nella seguente articolazione:

art. 7bis ? Documento Unico di Programmazione ? D.U.P.

?1. Le norme di cui al presente capo, ove contrarie o incompatibili con le disposizioni dell?ordinamento contabile successivo all?entrata in vigore del D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 o ai principi contabili armonizzati allegati al medesimo decreto, sono disapplicate.

2. Nelle more di un complessivo ed organico adeguamento del presente regolamento al nuovo ordinamento contabile, la programmazione economico-finanziaria e le procedure di approvazione dei relativi strumenti sono disciplinate dai commi successivi.

3. Il documento unico di programmazione (DUP) previsto dall?articolo 170 del T.U.E.L. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, ? lo strumento fondamentale che definisce gli indirizzi strategici ed operativi dell?ente, fronteggiando in modo permanente, sistemico ed unitario le discontinuit? ambientali ed organizzative. Esso costituisce il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione.

4. Il DUP E? predisposto in forma semplificata nel rispetto di quanto previsto dal principio applicato della programmazione di cui all?allegato 4.1 del decreto legislativo 118/2011 e successive modificazioni.

5. Entro il 31 luglio di ciascun anno, la Giunta Comunale, con propria deliberazione, approva il DUP relativo all?esercizio successivo e lo presenta al Consiglio Comunale, mediante deposito del documento nelle modalit? previste per il deposito del Bilancio di Previsione. Il Sindaco ha comunque facolt? di convocare il Consiglio Comunale, in sessione non deliberativa, per l?illustrazione del DUP.

6. Ciascun consigliere, singolarmente o congiuntamente ad altri, pu? presentare emendamenti alla sezione operativa del DUP entro sessanta giorni dalla comunicazione di deposito. Le proposte di emendamento sono sottoposte ad istruttoria tecnica preventiva, a cura del Segretario comunale in merito alla coerenza con gli obiettivi strategici ed alla conformit? con il quadro normativo vigente, e del responsabile finanziario in merito alla regolarit? contabile ed al rispetto degli equilibri economico-finanziari e dei vincoli di finanza pubblica. L?esito dell?istruttoria tecnica ? comunicato al Consigliere o ai Consiglieri proponenti e depositato a corredo della proposta per il successivo esame in sede deliberativa.

7. Entro il 15 novembre, la Giunta Comunale approva la nota di aggiornamento del DUP ed il progetto del bilancio di previsione finanziario relativo al triennio successivo. La nota di aggiornamento:
a) recepisce o rigetta le proposte emendative regolarmente ricevute dai consiglieri, indicando le motivazioni della scelta, anche tenuto conto dell?esito dell?istruttoria tecnica;

b) aggiorna il DUP, con riferimento all?analisi dei mezzi finanziari disponibili, alle fonti di finanziamento ed agli impieghi (per programmi all?interno delle missioni) delle risorse finanziarie, umane e strumentali, assicurandone il coordinamento con le previsioni iscritte nel progetto di bilancio;

c) sostituisce gli strumenti di programmazione ove il loro contenuto sia stato modificato, integrato o aggiornato;

d) apporta tutti gli altri aggiornamenti e modifiche ritenuti necessari per una efficace ed esaustiva attivit? di programmazione.

8. L?organo di revisione esprime il proprio parere articolato sul progetto di bilancio e sul DUP aggiornato entro dieci giorni dalla ricezione dei documenti adottati dalla Giunta, trasmessi a cura del responsabile finanziario.

9. Entro il 15 novembre, Il DUP aggiornato, il progetto di bilancio ed il parere dell?organo di revisione sono trasmessi al Consiglio Comunale mediante deposito, del quale ? data comunicazione a tutti i componenti del Consiglio.

10. Decorsi quindici giorni dalla comunicazione del deposito, il DUP aggiornato ed il progetto di bilancio possono essere sottoposti all?esame del Consiglio Comunale per la definitiva approvazione.

11. Durante il periodo di deposito e fino al quinto giorno precedente la seduta consiliare di approvazione, ciascun consigliere, singolarmente o congiuntamente ad altri, pu? presentare emendamenti al progetto di bilancio. Gli emendamenti possono essere altres? proposti dalla Giunta Comunale, con propria deliberazione, in particolare nel caso in cui mutasse il quadro normativo di riferimento. In ogni caso, gli emendamenti proposti devono assicurare il rispetto degli equilibri economico-finanziari dei vincoli di finanza pubblica e dei principi contabili, ivi compreso quello della coerenza fra gli strumenti di programmazione. Gli emendamenti sono istruiti dal responsabile finanziario in merito alla regolarit? tecnica e contabile. Nel caso in cui gli emendamenti comportino effetti sulla programmazione specifica di settore, dev?essere preliminarmente sentito il competente responsabile, le cui osservazioni sono acquisite nel parere istruttorio sull?emendamento.

12. Nella seduta consiliare di approvazione del bilancio, gli emendamenti sono discussi e votati singolarmente prima della discussione relativa al DUP ed al bilancio nel loro complesso. Gli emendamenti approvati sono automaticamente recepiti nello schema di bilancio sottoposto ad approvazione. Di tale circostanza si d? atto nel verbale di seduta, al quale verr? altres? allegato il progetto di bilancio emendato.

13. Limitatamente all?anno 2015, con riferimento alla procedura per l?approvazione del DUP 2016/2018:
a) il termine di cui al comma 6 ? differito al 31 ottobre;

b) la nota di aggiornamento al DUP non ? necessaria a meno che, per effetto del differimento del termine di legge per la deliberazione del bilancio, il progetto venga approvato dalla Giunta una volta decorsi sessanta giorni dall?approvazione del DUP originario;

c) in caso di presentazione di emendamenti al DUP, la Giunta resta comunque tenuta ad esprimersi in merito al loro accoglimento o rigetto, anche in assenza di nota di aggiornamento

 

Acquisito il parere favorevole, espresso ai sensi dell?art. 49 del D.Lgs. 267/2000, in ordine alla regolarit? tecnica e contabile da parte del Responsabile del Servizio;

Visto il D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

 Visto lo Statuto comunale;

PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE

1.    Di approvare l?art. 7bis ad integrazione del vigente regolamento di contabilit?, come segue:

 

art. 7bis ? Documento Unico di Programmazione ? D.U.P.

1. Le norme di cui al presente capo, ove contrarie o incompatibili con le disposizioni dell?ordinamento contabile successivo all?entrata in vigore del D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 o ai principi contabili armonizzati allegati al medesimo decreto, sono disapplicate.

2. Nelle more di un complessivo ed organico adeguamento del presente regolamento al nuovo ordinamento contabile, la programmazione economico-finanziaria e le procedure di approvazione dei relativi strumenti sono disciplinate dai commi successivi.

3. Il documento unico di programmazione (DUP) previsto dall?articolo 170 del T.U.E.L. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, ? lo strumento fondamentale che definisce gli indirizzi strategici ed operativi dell?ente, fronteggiando in modo permanente, sistemico ed unitario le discontinuit? ambientali ed organizzative. Esso costituisce il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione.

4. Il DUP E? predisposto in forma semplificata nel rispetto di quanto previsto dal principio applicato della programmazione di cui all?allegato 4.1 del decreto legislativo 118/2011 e successive modificazioni.

5. Entro il 31 luglio di ciascun anno, la Giunta Comunale, con propria deliberazione, approva il DUP relativo all?esercizio successivo e lo presenta al Consiglio Comunale, mediante deposito del documento nelle modalit? previste per il deposito del Bilancio di Previsione. Il Sindaco ha comunque facolt? di convocare il Consiglio Comunale, in sessione non deliberativa, per l?illustrazione del DUP.

6. Ciascun consigliere, singolarmente o congiuntamente ad altri, pu? presentare emendamenti alla sezione operativa del DUP entro sessanta giorni dalla comunicazione di deposito. Le proposte di emendamento sono sottoposte ad istruttoria tecnica preventiva, a cura del Segretario comunale in merito alla coerenza con gli obiettivi strategici ed alla conformit? con il quadro normativo vigente, e del responsabile finanziario in merito alla regolarit? contabile ed al rispetto degli equilibri economico-finanziari e dei vincoli di finanza pubblica. L?esito dell?istruttoria tecnica ? comunicato al Consigliere o ai Consiglieri proponenti e depositato a corredo della proposta per il successivo esame in sede deliberativa.

7. Entro il 15 novembre, la Giunta Comunale approva la nota di aggiornamento del DUP ed il progetto del bilancio di previsione finanziario relativo al triennio successivo. La nota di aggiornamento:
a) recepisce o rigetta le proposte emendative regolarmente ricevute dai consiglieri, indicando le motivazioni della scelta, anche tenuto conto dell?esito dell?istruttoria tecnica;

b) aggiorna il DUP, con riferimento all?analisi dei mezzi finanziari disponibili, alle fonti di finanziamento ed agli impieghi (per programmi all?interno delle missioni) delle risorse finanziarie, umane e strumentali, assicurandone il coordinamento con le previsioni iscritte nel progetto di bilancio;

c) sostituisce gli strumenti di programmazione ove il loro contenuto sia stato modificato, integrato o aggiornato;

d) apporta tutti gli altri aggiornamenti e modifiche ritenuti necessari per una efficace ed esaustiva attivit? di programmazione.

8. L?organo di revisione esprime il proprio parere articolato sul progetto di bilancio e sul DUP aggiornato entro dieci giorni dalla ricezione dei documenti adottati dalla Giunta, trasmessi a cura del responsabile finanziario.

9. Entro il 15 novembre, Il DUP aggiornato, il progetto di bilancio ed il parere dell?organo di revisione sono trasmessi al Consiglio Comunale mediante deposito, del quale ? data comunicazione a tutti i componenti del Consiglio.

10. Decorsi quindici giorni dalla comunicazione del deposito, il DUP aggiornato ed il progetto di bilancio possono essere sottoposti all?esame del Consiglio Comunale per la definitiva approvazione.

11. Durante il periodo di deposito e fino al quinto giorno precedente la seduta consiliare di approvazione, ciascun consigliere, singolarmente o congiuntamente ad altri, pu? presentare emendamenti al progetto di bilancio. Gli emendamenti possono essere altres? proposti dalla Giunta Comunale, con propria deliberazione, in particolare nel caso in cui mutasse il quadro normativo di riferimento. In ogni caso, gli emendamenti proposti devono assicurare il rispetto degli equilibri economico-finanziari dei vincoli di finanza pubblica e dei principi contabili, ivi compreso quello della coerenza fra gli strumenti di programmazione. Gli emendamenti sono istruiti dal responsabile finanziario in merito alla regolarit? tecnica e contabile. Nel caso in cui gli emendamenti comportino effetti sulla programmazione specifica di settore, dev?essere preliminarmente sentito il competente responsabile, le cui osservazioni sono acquisite nel parere istruttorio sull?emendamento.

12. Nella seduta consiliare di approvazione del bilancio, gli emendamenti sono discussi e votati singolarmente prima della discussione relativa al DUP ed al bilancio nel loro complesso. Gli emendamenti approvati sono automaticamente recepiti nello schema di bilancio sottoposto ad approvazione. Di tale circostanza si d? atto nel verbale di seduta, al quale verr? altres? allegato il progetto di bilancio emendato.

134. Limitatamente all?anno 2015, con riferimento alla procedura per l?approvazione del DUP 2016/2018:
a) il termine di cui al comma 6 ? differito al 31 ottobre;

b) la nota di aggiornamento al DUP non ? necessaria a meno che, per effetto del differimento del termine di legge per la deliberazione del bilancio, il progetto venga approvato dalla Giunta una volta decorsi sessanta giorni dall?approvazione del DUP originario;

c) in caso di presentazione di emendamenti al DUP, la Giunta resta comunque tenuta ad esprimersi in merito al loro accoglimento o rigetto, anche in assenza di nota di aggiornamento


-
Deliberazione CC n. 50 del 24/10/2015 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI CONTABILITA? - DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE - D.U.P.




Il/La sottoscritto/a, Livio Autino, Amministratore, propone che il Consiglio Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Livio Autino







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Alessandro Andreone




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione CC n. 50 del 24/10/2015 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI CONTABILITA? - DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE - D.U.P.

Udita l?introduzione del Sindaco Anna Rigazio che passa la parola al Responsabile del Servizio Finanziario Alessandro Andreone affinch? svolga la sua relazione.


Udita la relazione del Responsabile del Servizio Finanziario Alessandro Andreone il quale precisa che con la riforma della c.d. armonizzazione contabile ? stato introdotto l?obbligo del DUP che in parte sostituisce la vecchia relazione previsionale e programmatica ma che per altri aspetti va anche oltre la vecchia relazione. 


Lo stesso Responsabile del Servizio Finanziario Alessandro Andreone precisa che nei prossimi mesi si provveder? ad approvare un nuovo regolamento mentre ora si approva soltanto un apposito articolo dedicato al DUP con il quale viene detto che la presentazione del DUP al Consiglio si considera assolta con il deposito degli atti che consentir? ad ogni consigliere di proporre modifiche ed aggiunge che la commissione deputata a monitorare la riforma si ? espressa sull?iter di presentazione del DUP ed aggiunge che sono in arrivo delle modifiche che sposteranno al 31/12/2015 l? approvazione del DUP da parte della Giunta.


 Si d? atto che per  il testo integrale degli interventi svolti durante la discussione di questo punto si rinvia alla registrazione audio della seduta.


 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.








-
Deliberazione CC n. 50 del 24/10/2015


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Rigazio Anna

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________