Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 45 del 26/09/2015


OGGETTO: CONTABILITA? ECONOMICO PATRIMONIALE E BILANCIO CONSOLIDATO. RINVIO.


Il giorno 26/09/2015 alle ore 09.30 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA D?URGE e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Rigazio Anna
2) Filippi Bruna
3) Castelli Gianni
4) Bobba Roberto
5) Grigolo Emiliano
6) Autino Livio
7) Corgnati Giovanni
8) Cena Giovanni Rocco
9) Bertotto Stefano
10) Germano Livio
11) Civati Fernanda
12) Saggio Claudia
1) Beltrame Donatella
Totale presenti 12Totale assenti 1



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Rigazio Anna assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 2 dell'ordine del giorno.

-
Deliberazione CC n. 45 del 26/09/2015 - PROPOSTA
OGGETTO: CONTABILITA? ECONOMICO PATRIMONIALE E BILANCIO CONSOLIDATO. RINVIO.

L?Amministratore competente

Premesso che:

? l?articolo 2, comma 1, del D. Lgs. n. 118/2011prevede l?affiancamento alla contabilit? finanziaria, ai fini conoscitivi, di un sistema di contabilit? economico-patrimoniale, garantendo la rilevazione unitaria dei fatti gestionali, sia sotto il profilo finanziario che sotto il profilo economico-patrimoniale;

?       l?articolo 232, comma 1, del D. Lgs. n. 267/2000 stabilisce che gli enti locali garantiscono la rilevazione dei fatti gestionali sotto il profilo economico-patrimoniale nel rispetto del principio contabile generale n. 17 della competenza economica e dei principi applicati della contabilit? economico-patrimoniale di cui agli allegati n. 1 e n. 4/3 del D. Lgs. n. 118/2011;

?       l?articolo 3, comma 12, del D. Lgs. n. 118/2011 consente che l?adozione dei principi applicati della contabilit? economico-patrimoniale e il conseguente affiancamento della contabilit? economico patrimoniale alla contabilit? finanziaria, unitamente all?adozione del piano dei conti integrato di cui all?art. 4 del D. Lgs. n. 118/2011, possano essere rinviati all?anno 2016, con l?esclusione degli enti che nel 2014 hanno partecipato alla sperimentazione della contabilit? armonizzata;

?       l?articolo 232, comma 2, del D. Lgs. n. 267/2000 individua una disciplina particolare per gli enti locali con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, i quali possono non tenere la contabilit? economico-patrimoniale fino all?esercizio 2017;

?       l?articolo 151, comma 8, del D. Lgs. n. 267/2000 stabilisce che entro il 30 settembre di ogni anno l?ente approva il bilancio consolidato con i bilanci dei propri organismi e enti strumentali e delle societ? controllate e partecipate, secondo il principio applicato n. 4/4 di cui al D.Lgs. n. 118/2011;

?       l?articolo 11-bis, comma 4, del D. Lgs. n. 118/2011 prevede la possibilit? di rinviare l?adozione del bilancio consolidato con riferimento all?esercizio 2016, salvo gli enti che, nel 2014, hanno partecipato alla sperimentazione;

?       l?articolo 233-bis, comma 3, del D. Lgs. n. 267/2000 consente agli enti locali con popolazione inferiore a 5.000 abitanti di non predisporre il bilancio consolidato fino all?esercizio 2017;

 Considerato che l?applicazione della contabilit? economico-patrimoniale e la redazione del bilancio consolidato richiedono una preventiva riorganizzazione delle procedure contabili e delle mansioni del personale dedicato che rende opportuno, anche in relazione ai gi? gravosi adempimenti determinati dal passaggio alla contabilit? armonizzata, prorogare l?attivazione di tali adempimenti;

 Visto che il nostro ente ha una popolazione pari a n. 4566 abitanti;

 Visto che il nostro ? un ente non sperimentatore della contabilit? armonizzata, che viene quindi applicata a partire dal 1? gennaio 2015;

 Visto il parere favorevole, sotto il profilo della regolarit? tecnica e contabile, da parte del Responsabile del servizio Finanziario;

 Visto il Decreto Legislativo n. 267/2000;

 Visto lo Statuto Comunale;

 propone al Consiglio Comunale

 

1.        di prorogare l?adozione della contabilit? economico-patrimoniale e del bilancio consolidato, secondo quanto indicato in premessa, all?annualit? 2017.


-
Deliberazione CC n. 45 del 26/09/2015 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: CONTABILITA? ECONOMICO PATRIMONIALE E BILANCIO CONSOLIDATO. RINVIO.




Il/La sottoscritto/a, Livio Autino, Amministratore, propone che il Consiglio Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Livio Autino







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Alessandro Andreone




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione CC n. 45 del 26/09/2015 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: CONTABILITA? ECONOMICO PATRIMONIALE E BILANCIO CONSOLIDATO. RINVIO.

Udita la relazione del  Sindaco Anna Rigazio che illustra la proposta relativa al rinvio della contabilit? economico patrimoniale ed in particolare legge dalla proposta le motivazioni del rinvio.

Udito l?intervento dell?Assessore Livio Autino che precisa che trattasi di una facolt? concessa ai Comuni con meno di 5000 abitanti  e che, pertanto, con questo rinvio non viene violata nessuna legge.


Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.



Successivamente, stante l'urgenza di provvedere;
Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 - comma 4 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267






-
Deliberazione CC n. 45 del 26/09/2015


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Rigazio Anna

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________