Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 54 del 06/06/2015


OGGETTO: ADOZIONE ?PIANO PARTICOLAREGGIATO AREA AR3?.


Il giorno 06/06/2015 alle ore 10,30 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Filippi Bruna
2) Autino Livio
3) Bertotto Stefano
1) Rigazio Anna
2) Castelli Gianni
Totale presenti 3Totale assenti 2






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Filippi Bruna assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 54 del 06/06/2015 - PROPOSTA
OGGETTO: ADOZIONE ?PIANO PARTICOLAREGGIATO AREA AR3?.

L?Amministratore competente

Premesso che:

?         il Comune di Cigliano ? dotato di Piano Regolatore Generale, approvato con D.G.R. n. 9-910 del 03.11.2010 e successive varianti;

?         Il Piano Regolatore Generale vigente prevede per l?ambito di trasformazione AR3 la redazione di un Piano Particolareggiato con la finalit? di riqualificare e rimodellare le aree poste sul fronte di nord est di piazza Martiri della Libert? ed in particolare quelle attualmente identificate come Largo Pagliaro;

?         Con deliberazione CC n.46 del 29/12/2012 ? stato approvato il Piano Particolareggiato AR3 con riferimento ad un ambito urbano definito dal Piano Regolatore Generale vigente in quella data;

?         Con deliberazione CC n.n.46 del 29/09/2014 ? stata approvata una variante al Piano Regolatore Generale che modifica, ampliandolo, l?ambito di trasformazione AR3 e che tale variante ? stata sottoposta a verifica preventiva di assoggettabilit? a VAS con conseguente esclusione ;

?         L?Amministrazione comunale risulta proprietaria di buona parte degli immobili esistenti (fabbricati ed aree) insistenti nell?area di Piano Particolareggiato ed ? consapevole che l?ambito rappresenta la parte pi? consistente dell?insediamento urbano dei servizi e delle attrezzature di interesse pubblico.

Considerato che:

?         L?Amministrazione comunale intende, nel campo delle proprie scelte  strategiche di valorizzazione e riqualificazione del centro urbano, migliorare la fruizione e la percezione di questo ambito tramite un progetto di interventi che riqualifichino le profonde trasformazioni del secolo scorso intervenute in assenza di un progetto unitario in grado di configurare un nuovo assetto urbano e completino l?azione intrapresa qualche anno or sono con il ridisegno di piazza Martiri della Libert?.

?         Si rende necessario variare il Piano Particolareggiato approvato con deliberazione CC n.46 del 29/12/2012 per adeguarlo al nuovo ambito urbano di riferimento ed ai conseguenti nuovi obiettivi di riqualificazione dell?Amministrazione Comunale.

Vista la determinazione n. 16 del 24/02/2014 del Responsabile dei Servizio all?edilizia, urbanistica, ambiente e lavori pubblici ha predisposto l? affidamento incarico per la redazione del piano particolareggiato area municipio ? scuole individuato nel P.R.G.C. con la sigla AR3 ad Arkistudio societ? di progettazione s.r.l. con sede a Vercelli.

Dato atto che:

?         In data 23.04.2015prot. n. 3378 ? stata consegnata la documentazione costituente il ?Piano Particolareggiato AR3? redatto da Arkistudio societ? di progettazione s.r.l. composto dai seguenti elaborati:

Tav. A Relazione illustrativa

Tav. A.1  Allegato fotografico

Tav. A.2  Cartografia storica e fotografie d?epoca

Tav. B Norme tecniche di attuazione

Tav. C Relazione finanziaria

Tav. D Mappa catastale e tabella particellare delle propriet?

Tav. 1 Individuazione dell?area in P.R.G.C. ed estratto di mappa catastale

Tav. 2 Stato di fatto dell?ambito di Piano

Tav. 3 Planimetria normativa: individuazione delle Unit? di Progetto e prescrizioni di ordine generale

Tav. 3.1   Planimetria di progetto: proposta di riqualificazione dell?ambito di Piano

Tav. 4 Unit? di Progetto A ? Le piazze

Tav. 4.1   Unit? di Progetto B ? I parcheggi ed il parco urbano

Tav. 5 Reti di urbanizzazione primaria

Tav. 6 Inserimento delle previsioni del Piano Particolareggiato in P.R.G.C.

Rilevato che :

?         La variante al Piano Particolareggiato AR3 ricade nella casistica prevista dal comma 7 dell?art. 40 della L.R. 56/77 e s.m.i.

?         Il Piano Regolatore Generale Comunale ? stato sottoposto ad analisi di compatibilit? ambientale ai sensi della L.R. 40/98 e la variante al P.R.G.C. approvata con deliberazione  C.C. n. 46 del 29/09/2014, che ha riguardato anche l?ambito del Piano particolareggiato AR3, ? stata sottoposta a verifica di assoggettabilit? a VAS con conseguente determina di esclusione.

?         La variante del Piano Particolareggiato non comporta variante al P.R.G.C.; alle Norme di Attuazione del P.R.G.C. ? allegata la scheda 06-1 (allegato A) e la scheda di prescrizione normativa specifica dell?ambito di riqualificazione urbana AR3 (allegato B); all?interno dell?ambito non sono previste nuove edificazioni.

La Variante ?, pertanto,  esclusa dalla verifica di assoggettabilit? a VAS.

Visti gli artt. 38, 39 e 40 della LR. 05.12.1977, n. 56 e s.m.i.;

Visto il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i.;

Visto il parere favorevole espresso ai sensi dell?art. 49, 1? comma, del T.U. Enti Locali approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, in ordine alla regolarit? tecnica del responsabile del servizio tecnico;

propone alla Giunta Comunale:

1)      Adottare,  il ?Piano Particolareggiato Area AR3? quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione redatto da Arkistudio societ? di progettazione s.r.l. di Vercelli composto da:

Tav. A Relazione illustrativa

Tav. A.1  Allegato fotografico

Tav. A.2  Cartografia storica e fotografie d?epoca

Tav. B Norme tecniche di attuazione

Tav. C Relazione finanziaria

Tav. D Mappa catastale e tabella particellare delle propriet?

Tav. 1 Individuazione dell?area in P.R.G.C. ed estratto di mappa catastale

Tav. 2 Stato di fatto dell?ambito di Piano

Tav. 3 Planimetria normativa: individuazione delle Unit? di Progetto e prescrizioni di ordine generale

Tav. 3.1   Planimetria di progetto: proposta di riqualificazione dell?ambito di Piano

Tav. 4 Unit? di Progetto A ? Le piazze

Tav. 4.1   Unit? di Progetto B ? I parcheggi ed il parco urbano

Tav. 5 Reti di urbanizzazione primaria

Tav. 6 Inserimento delle previsioni del Piano Particolareggiato in P.R.G.C.

2)      Dare atto che il presente Piano Particolareggiato sostituisce il Piano Particolareggiato approvato con deliberazione CC n.46 del 29/12/2012;

3)      Dare atto che il presente Piano Particolareggiato ? escluso dal processo valutativo di V.A.S. (Valutazione Ambientale Strategica) ai sensi del D.G.R. 9 giugno 2008 n. 12-8931;

4)      Predisporre il deposito degli atti in visione presso la Segreteria Comunale e la pubblicazione della presente deliberazione all?Albo Pretorio del Comune per complessivi sessanta giorni consecutivi;

5)      Dare atto che, dal trentunesimo al sessantesimo giorno di pubblicazione, chiunque ne abbia interesse, ivi compresi i soggetti portatori di interessi diffusi, pu? presentare osservazioni e proposte anche munite di supporti esplicativi;

6)      Di trasmettere ai sensi del comma 10 dell?art. 40 della LR. 05.12.1977, n. 56 e s.m.i.il presente Piano Particolareggiato alla commissione regionale per gli insediamenti di interesse storico-artistico, paesaggistico o documentario della Regione Piemonte per il parere di competenza;

7)      Individuare quale Responsabile del procedimento in argomento il Responsabile dei Servizi all?edilizia, urbanistica, ambiente e lavori pubblici di questo Comune;

8)      Dare notizia dell?avvenuto deposito della presente deliberazione sul sito Internet del Comune di Cigliano.


-
Deliberazione GC n. 54 del 06/06/2015 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: ADOZIONE ?PIANO PARTICOLAREGGIATO AREA AR3?.




Il/La sottoscritto/a, Bruna Filippi, Amministratore, propone che la Giunta Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Bruna Filippi







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Pier Felice Comoglio





-
Deliberazione GC n. 54 del 06/06/2015 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: ADOZIONE ?PIANO PARTICOLAREGGIATO AREA AR3?.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 3, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proopsta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.







-
Deliberazione GC n. 54 del 06/06/2015


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Filippi Bruna

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________