Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 39 del 27/04/2015


OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI ATTIVI E PASSIVI AI SENSI DELL?ART. 14 DEL D.P.C.M. 28/12/2011.


Il giorno 27/04/2015 alle ore 19,30 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Rigazio Anna
2) Filippi Bruna
3) Autino Livio
4) Bertotto Stefano
5) Castelli Gianni
Totale presenti 5Totale assenti 0






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Rigazio Anna assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 39 del 27/04/2015 - PROPOSTA
OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI ATTIVI E PASSIVI AI SENSI DELL?ART. 14 DEL D.P.C.M. 28/12/2011.

L?Amministratore competente


Vista la seguente relazione-proposta, corredata dei pareri di cui all?art. 49 ? comma 1 del D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000;


Considerato che il riaccertamento straordinario dei residui ? una delle attivit? pi? impegnative previste dalla riforma contabile degli enti territoriali, finalizzata ad adeguare lo stock dei residui attivi e passivi formatisi prima dell?entrata in vigore del D.Lgs. 118/2011;


Preso atto che per ?riaccertamento straordinario dei residui? si intende il processo di verifica, cancellazione e reimputazione dei crediti e debiti ereditati dagli esercizi precedenti all?adozione del nuovo principio della competenza potenziata e che al termine di tale operazione i residui corrisponderanno solo ad obbligazioni giuridicamente perfezionate ed esigibili e i crediti e i debiti risulteranno registrati negli esercizi in cui sono esigibili;


Dato atto che trattandosi di un?attivit? gestionale, meramente ricognitiva dei residui esistenti al 31 dicembre 2014 e di un adeguamento degli stessi al principio contabile generale della competenza finanziaria, detto riaccertamento ? adottato con delibera di Giunta, previo parere dell?organo di revisione economico-finanziario tempestivamente trasmesso al Consiglio;


Dato atto che il servizio finanziario, unitamente all?ordinario riaccertamento dei residui ha anche predisposto il riaccertamento straordinario individuato, per ciascun residuo definito nel rispetto del vecchio ordinamento, quelli destinati ad essere cancellati e, per quelli corrispondenti ad obbligazioni perfezionate, l?esercizio di scadenza dell?obbligazione, come da prospetto allegato;


Che concordemente si ? provveduto:

  1. Ad eliminare residui attivi e passivi cui non corrispondono obbligazioni perfezionate (per esempio gli impegni assunti ai sensi dell?art. 183, comma 5, del TUEL);
  2. Ad eliminare i residui attivi e passivi a cui non corrispondono obbligazioni esigibili alla data del 31 dicembre 2014, individuando, per ciascun residuo non scaduto cancellato, gli esercizi in cui l?obbligazione diviene esigibile, secondo i criteri del principio applicato della contabilit? finanziaria;
  3. A determinare il fondo pluriennale vincolato al 1? gennaio 2015 da iscrivere nell?entrata dell?esercizio 2015 del bilancio di previsione 2015-2017, distintamente per la parte corrente e per il conto capitale;
  4. A determinare il risultato di amministrazione al 1? gennaio 2015, in considerazione dell?importo riaccertato dei residui attivi e passivi e dell?importo del fondo pluriennale vincolato alla stessa data;
  5. Ad individuare le quote accantonate, destinate e vincolate del risultato di amministrazione al 1? gennaio 2015;
  6. Ad apportare le necessarie variazioni agli stanziamenti del bilancio di previsione 2015-2017 ed ai residui in corso di gestione al fine di consentire le registrazioni delle reimputazioni nelle scritture contabili al fine di consentire:

- L?iscrizione del fondo pluriennale vincolato in entrata dell?esercizio 2015;

- L?adeguamento degli stanziamenti del bilancio di previsione 2015-2017 riguardanti il fondo pluriennale vincolato iscritto nella spesa dell?esercizio 2015 e nell?entrata e nella spesa degli esercizi successivi;

- L?eventuale utilizzo delle quote vincolate del risultato di amministrazione;

- L?adeguamento degli stanziamenti di competenza e l?importo dei residui iniziali attivi e passivi ai risultato del riaccertamento;

- Ri-accertamento e re-impegno delle entrate e delle spese eliminate in quanto non esigibili al 31 dicembre 2014;


Che in merito ? stato acquisito il parere favorevole del Revisore dei Conti;


Considerato che questo Comune ha approvato gli schemi di Bilancio di Previsione 2015-2017, giusta deliberazione della Giunta Comunale n. 38 del 18/04/2015;


Dato atto che, pertanto, con il riaccertamento straordinario si proceder? ad apportare le conseguentei variazioni, meramente tecniche, al bilancio di previsione 2015/2017 contestualmente alla sua definitiva approvazione in Consiglio Comunale;


Precisato che il legislatore ha previso che il processo di adeguamento dei residui sia deliberato nella stessa giornata in cui ? approvato il rendiconto, immediatamente dopo la delibera del Consiglio, in quanto ? necessario determinare l?importo dei residui attivi e passivi in via definitiva, secondo il previgente ordinamento contabile, prima di adeguarli al nuovo principio;


Dato atto che in data 27/04/2015 il Consiglio Comunale, con deliberazione n.11, ha approvato il rendiconto dell?esercizio finanziario 2014 nelle seguenti risultanze finali:


 

 

 

 

 

 

GESTIONE

 

RESIDUI

COMPETENZA

TOTALE

 

 

 

 

Fondo di cassa al 1? gennaio ???????????????.

 

 

4.357.164,28

 

 

 

 

RISCOSSIONI ?????????????????????..

525.546,81

3.874.773,36

4.400.320,17

 

 

 

 

PAGAMENTI ??????????????......??...???..

1.021.738,14

3.462.122,27

4.483.860,41

 

 

 

 

FONDO DI CASSA AL 31 DICEMBRE ?????????????????????????

4.273.624,04

 

 

 

 

 

 

RESIDUI ATTIVI ?????????????????????

93.621,45

181.147,49

274.768,94

 

 

 

 

RESIDUI PASSIVI ????????????????????

832.924,64

705.907,91

1.538.832,55

 

 

 

 

DIFFERENZA ???????????????????????????????????..

-1.264.063,61

 

 

 

 

 

 

 

AVANZO ( + )  ?????

3.009.560,43


P R O P O N E


1) Di approvare il riaccertamento straordinario dei residui di cui all?art. 14 del DPCM 28.12.2011, cos? come riportato nell?allegato prospetto, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, che si riassume come segue:

 


 Parziale

 Totale

Residui attivi al 31/12/2014 (a)

 

              274.768,94

Residui attivi cencellati per insussistenza (b)

 

                                -  

Residui attivi cancellati e reimputati al 2015

                                -  

 

Residui attivi cancellati e reimputati al 2016

                                -  

 

Residui attivi cancellati e reimputati al 2017

                                -  

 

Residui attivi cancellati e reimputati agli esercizi successivi

                                -  

 

Totale residui attivi cancellati e reinputati (c)

 

                                -  

RESIDUI ATTIVI CONSERVATI (a)-(b)-(c)

 

              274.768,94

 


 Parziale

 Totale

Residui passivi al 31/12/2014 (a)

 

          1.538.832,55

Residui passivi cencellati per insussistenza (b)

 

              769.093,84

Residui passivi cancellati e reimputati al 2015

              218.801,92

 

Residui passivi cancellati e reimputati al 2016

                                -  

 

Residui passivi cancellati e reimputati al 2017

                                -  

 

Residui passivi cancellati e reimputati agli esercizi successivi

                                -  

 

Totale residui passivi cancellati e reinputati (c)

 

              218.801,92

RESIDUI PASSIVI CONSERVATI (a)-(b)-(c)

 

              550.936,79


2) Di determinare il fondo pluriennale vincolato al 1? gennaio 2015 da iscrivere nell?entrata del bilancio di previsione 2015 i cui schemi sono stati approvati con deliberazione della Giunta Comunale n. 38 del 18/04/2015, distintamente per le spese correnti e per le spese in conto capitale, per un importo pari alla differenza tra i residui passivi e i residui attivi reimputati di cui al punto 1):

 


 Parte corrente

 Parte capitale

Residui passivi eliminati alla data del 1? gennaio 2015 e reimpegnati con imputazione agli esercizi 2015 e successivi (a)

              190.969,14

                27.832,78

Residui attivi eliminati alla data del 1? gennaio 2015 e reimpegnati con imputazione agli esercizi 2015 o successivi (b)

                                -  

                                -  

FONDO PLURIENNALE VINCOLATO DA ISCRIVERE NELL?ENTRATA DEL BILANCIO 2015 (a) - (b)

              190.969,14

                27.832,78



3) Di determinare le quote del fondo pluriennale di entrata e di spesa del bilancio di previsione 2015-2017 i cui schemi sono stati approvati con deliberazione della Giunta Comunale n. 38 del 18/04/2015:



FONDO PLURIENNALE DI SPESA DEL BILANCIO 2015 E DI ENTRATA DEL BILANCIO 2016

 Parte corrente

 Parte capitale

Fondo pluriennale vincolato da iscrivere nell?entrata del bilancio 2015 (a)

              190.969,14

                27.832,78

Entrate riaccertate con imputazione all?esercizio 2015 (b)

                                -  

                                -  

Spese reimpegnate con imputazione all?esercizio 2015 (c)

              190.969,14

                27.832,78

Incremento del fondo pluriennale vincolato di spesa del bilancio di previsione 2015 e del fondo pluriennale di entrata dell?esercizio 2016 (a)+(b)-(c)

                                -  

                                -  

  

FONDO PLURIENNALE DI SPESA DEL BILANCIO 2016 E DI ENTRATA DEL BILANCIO 2017

 Parte corrente

 Parte capitale

Fondo pluriennale vincolato da iscrivere nell?entrata del bilancio 2016 (a)

                                -  

                                -  

Entrate riaccertate con imputazione all?esercizio 2016 (b)

                                -  

                                -  

Spese reimpegnate con imputazione all?esercizio 2016 (c)

                                -  

                                -  

Incremento del fondo pluriennale vincolato di spesa del bilancio di previsione 2016 e del fondo pluriennale di entrata dell?esercizio 2017 (a)+(b)-(c)

                                -  

                                -  

 


 4) Di determinare il risultato di amministrazione al 1? gennaio 2015, in considerazione dell?importo riaccertato dei residui attivi e passivi e dell?importo del fondo pluriennale vincolato alla stessa data:

 

Risultato di amministrazione al 31.12.2014 determinato nel rendiconto 2014 (a)

                            3.009.560,43

Residui attivi cancellati in quanto non correlati ad obbligazioni giuridiche perfezionate (b)

                                                  -  

Residui passivi cancellati in quanto non correlati ad obbligazioni giuridiche perfezionate (c)

                                769.093,84

Residui attivi cancellati in quanto reimputati agli esercizi in cui sono esigibili (d)

                                                  -  

Residui passivi cancellati in quanto reimputati agli esercizi in cui sono esigibili (e)

                                218.801,92

Residui passivi definitivamente cancellati che concorrono alla determinazione del fondo pluriennale vincolato (f)

                                                  -  

Fondo pluriennale vincolato (g) = (e)-(d)+(f)

                                218.801,92

Risultato di amministrazione al 1? gennaio 2015 dopo il riaccertamento straordinario dei residui (a)-(b)+(c)-(d)+(e)+(f)-(g)

                            3.778.654,27



 5) Di individuare le quote accantonate, destinate e vincolate del risultato di amministrazione al 1? gennaio 2015:

  

 Parziale

 Totale

Composizione del risultato di amministrazione al 1? gennaio 2015 dopo il riaccertamento straordinario dei residui (a)

 

          3.778.654,27

Accantonamenti

                                -  

 

Fondo crediti di dubbia e difficile esazione al 31/12/2014

              153.647,38

 

Totale parta accantonata (b)

 

              153.647,38

Vincoli derivanti da leggi e dai principi contabili:
Indennit? fine mandato Sindaco 1.094,86
Qta 10% alienaz. Immobiliari (articolo 56 bis, comma 11 del Dl 69/2013) 2.459,81

                   3.554,67

 

Vincoli derivanti da trasferimenti

                                -  

 

Vincoli derivanti da contrazione di mutui

                                -  

 

Vincoli formalmente attribuiti dall?ente

              144.700,00

 

Altri vincoli da specificare

                                -  

 

Totale parte vincolata (c)

 

              148.254,67

Quota destinata investimenti gi? determinata con approvazione rendiconto 2014

          2.232.539,54

 

Quota destinata investimenti derivante da riaccertamento straordinario

              575.459,72

 

Totale parte destinata agli investimenti (d)

 

          2.807.999,26

Totale parte disponibile (a)-(b)-(c )-(d)

 

              668.752,96



6) Di assestare l?importo dei residui attivi e passivi al 1? gennaio 2015 all?importo risultante dal riaccertamento dei residui;


7) Di adeguare e incrementare gli stanziamenti di entrata e di spesa, in sede di definitiva approvazione in Consiglio Comunale, del  Bilancio di Previsione 2015-2017, i cui schemi sono stati approvati con deliberazione della Giunta Comunale n. 38 del 18/04/2015 degli importi necessari al fine di consentire le reimputazioni degli accertamenti e degli impegni individuate dal riaccertamento dei residui relative allo stesso esercizio come riportato nel prospetto allegato;


8) Di iscrivere il fondo pluriennale vincolato tra le entrate del primo esercizio del bilancio di previsione e il fondo pluriennale vincolato spese per mantenere gli equilibri di bilancio;


9) Di trasmettere copia della presente al Tesoriere comunale;


10) Di allegare alla presente i prospetti dimostrativi relativi alla determinazione del fondo pluriennale vincolato e del risultato di amministrazione conformemente ai modelli ufficiali fatti tenere da ARCONET;


11) Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi del 4? comma dell?art. 134 del D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000.


-
Deliberazione GC n. 39 del 27/04/2015 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI ATTIVI E PASSIVI AI SENSI DELL?ART. 14 DEL D.P.C.M. 28/12/2011.




Il/La sottoscritto/a, Livio Autino, Amministratore, propone che la Giunta Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Livio Autino







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Alessandro Andreone




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione GC n. 39 del 27/04/2015 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI ATTIVI E PASSIVI AI SENSI DELL?ART. 14 DEL D.P.C.M. 28/12/2011.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 5, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.


Successivamente, stante l'urgenza di provvedere;
Con voti favorevoli 5, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 - comma 4 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267






-
Deliberazione GC n. 39 del 27/04/2015


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Rigazio Anna

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________

Allegato Allegato Allegato