Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 3 del 21/02/2015


OGGETTO: MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI (ART. 147 E SEG. TUEL - D.L. 174/2012).


Il giorno 21/02/2015 alle ore 09.00 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Rigazio Anna
2) Filippi Bruna
3) Castelli Gianni
4) Bobba Roberto
5) Grigolo Emiliano
6) Autino Livio
7) Cena Giovanni Rocco
8) Bertotto Stefano
9) Beltrame Donatella
10) Civati Fernanda
11) Saggio Claudia
1) Corgnati Giovanni
2) Germano Livio
Totale presenti 11Totale assenti 2



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Rigazio Anna assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 3 dell'ordine del giorno.

-
Deliberazione CC n. 3 del 21/02/2015 - PROPOSTA
OGGETTO: MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI (ART. 147 E SEG. TUEL - D.L. 174/2012).

L?Amministratore competente

Richiamati:

- il D. Lgs. n. 267/2000 ?Testo Unico degli Enti Locali? ed in particolare la sezione relativa ai controlli interni (art. 147 e seguenti);

- il testo coordinato del D. L. 174/2012 recante ?Disposizioni urgenti in materi adi finanza e funzionamento degli enti territoriali, nonch? ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 201? che, all?art. 3, prevede un rafforzamento dei controlli in materia di enti locali;

- il vigente Regolamento sui controlli interni approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 29/12/2012;

Atteso che il suddetto regolamento all?art. 12 descrive la metolodogia del controllo successivo di regolarit? amministrativa degli atti e/o dei procedimenti;

Considerato l?elevato numero di atti emessi da questo Comune che devono poi essere sottoposti al controllo successivo;

Reputato modificare il piano degli atti da sottoporre al controllo, senza venir meno alle garanzie di legittimit?, regolarit? e correttezza degli atti e dell?attivit? dell?Ente;

Ritenuto pertano proporre la modifica del comma 3 dell?art. 12 del regolamento comunale sui controlli interni come segue:

?Art. 12 - Metodologia del controllo successivo

.... omissis...

3. Per lo svolgimento dell?attivit? di controllo, il Segretario comunale, sentiti i Responsabili di Servizio e la Giunta Comunale, stabilisce un piano annuale entro il mese di gennaio, prevedendo il controllo di almeno il 5 per cento delle determinazioni di spese e dei contratti aventi valore complessivo superiore a 5.000 euro. Per le altre categorie di atti amministrativi e le spese fino a 5.000 euro, il piano prevede un ragionevole numero minimo di atti controllati nel corso dell?anno, normalmente in misura pari al 3 per cento del loro numero totale. Per quelle categorie di atti emessi dagli uffici in numero considerevole (quali ad esempio mandati, reversali ecc.) il piano prevede un numero minimo di atti controllati nel corso dell?anno normalmente in misura pari al 1 per cento del loro numero totale. L?attivit? di controllo ? normalmente svolta con cadenza quadrimestrale.

...omissis...?

Visto il parere del Revisore dei Conti in data 12/02/2015;

Richiamati:

- l?art. 7 del D. Lgs. n. 267/2000 e ss.mm. prevede che il Comune adotti regolamenti, nelle materie di propria competenza ed in particolare per l?organizzazione e il funzionamento delle istituzioni e degli organismi di partecipazione, per il funzionamento degli organi e degli uffici e per l?esercizio delle funzioni;

- la competenza a deliberare ai sensi dell?art. 42 del sopra citato D. Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.;

propone al Consiglio Comunale:

1) di approvare, per le motivazioni in premessa indicate, la modifica del comma 3 dell?art. 12 del regolamento comunale sui controlli interni, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 29/12/2012, nel testo che segue:

?Art. 12 - Metodologia del controllo successivo

.... omissis...

3. Per lo svolgimento dell?attivit? di controllo, il Segretario comunale, sentiti i Responsabili di Servizio e la Giunta Comunale, stabilisce un piano annuale entro il mese di gennaio, prevedendo il controllo di almeno il 5 per cento delle determinazioni di spese e dei contratti aventi valore complessivo superiore a 5.000 euro. Per le altre categorie di atti amministrativi e le spese fino a 5.000 euro, il piano prevede un ragionevole numero minimo di atti controllati nel corso dell?anno, normalmente in misura pari al 3 per cento del loro numero totale. Per quelle categorie di atti emessi dagli uffici in numero considerevole (quali ad esempio mandati, reversali ecc.) il piano prevede un numero minimo di atti controllati nel corso dell?anno normalmente in misura pari al 1 per cento del loro numero totale. L?attivit? di controllo ? normalmente svolta con cadenza quadrimestrale.

...omissis...?

 

-
Deliberazione CC n. 3 del 21/02/2015 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI (ART. 147 E SEG. TUEL - D.L. 174/2012).




Il/La sottoscritto/a, Livio Autino, Amministratore, propone che il Consiglio Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Livio Autino







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Michelangelo La Rocca




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione CC n. 3 del 21/02/2015 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI (ART. 147 E SEG. TUEL - D.L. 174/2012).

Udita la relazione del Segretario Comunale dott. Michelangelo La Rocca che illustra la proposta relativa alla ?Modifica del Regolamento sui controlli interni (art. 147 e seg. TUEL - D.L. 174/2012)? con particolare riferimento all?art.12, comma 3, di tale Regolamento;

 
Udito l?intervento dell?assessore Livio Autino che propone di approvare le modifiche del Regolamento sui controlli interni illustrate prima dal Segretario Comunale dott. Michelangelo La Rocca;
 

Si d? atto che per il testo integrale degli interventi si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta.

 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 11, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.

 








-
Deliberazione CC n. 3 del 21/02/2015


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Rigazio Anna

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________