Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 29 del 18/10/2013


OGGETTO: MODIFICA AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA PUBBLICITA? E DELLE AFFISSIONI E PER L?APPLICAZIONE DELL?IMPOSTA SULLA PUBBLICITA? E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI.


Il giorno 18/10/2013 alle ore 21.00 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Castelli Gianni
3) Filippi Bruna
4) Cena Giovanni Rocco
5) Andreone Federica
6) Rigazio Anna
7) Grigolo Emiliano
8) Savio Giovanni
9) Bono Giovanni
10) Autino Livio
11) Vercellone Eliana
12) Bobba Remo
13) Barcotti Davide
Totale presenti 13Totale assenti 0



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 5 dell'ordine del giorno.

-
Deliberazione CC n. 29 del 18/10/2013 - PROPOSTA
OGGETTO: MODIFICA AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA PUBBLICITA? E DELLE AFFISSIONI E PER L?APPLICAZIONE DELL?IMPOSTA SULLA PUBBLICITA? E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI.

L?Amministratore competente

Richiamata la deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 del 26/06/2010, con la quale veniva riapprovato il regolamento comunale per la disciplina della pubblicit? e delle affissioni e per l?applicazione dell?imposta sulla pubblicit? e del diritto sulle pubbliche affissioni;

Ritenuto dover procedere ad una modifica al regolamento in questione, in particolare all?art. 39 ?Diritto-esenzioni? per disciplinare  l?affissione degli annunci mortuari come da testo che segue:

Art.39

Diritto -esenzioni

(Art 21 DLGS 507/93)

 

1.Sono esenti dal diritto sulle pubbliche affissioni:

a) i manifesti riguardanti le attivit? e funzioni istituzionali del Comune, da esso svolte in via esclusiva, esposti nell?ambito del proprio territorio;

b) i manifesti delle autorit? militari relative alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata ed ai richiami alle armi;

c) i manifesti riguardanti le attivit?  e funzioni istituzionali dello Stato, delle regioni e delle province in materia di tributi;

d) i manifesti dell?autorit? di polizia in materia di pubblica sicurezza;

e) i manifesti relativi ad ademp?menti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il parlamento europeo, regionali ed amministrative;

 f)  ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge;

g) i manifesti concernenti corsi scolastici e professionali gratuiti regolarmente autorizzati.

h) i manifesti affissi direttamente dai soggetti di cui all?art.20 del D.lgs 507/93, che abbiano presentato richiesta al comune, negli spazi all?uopo riservati secondo il disposto dell?art. 20 bis del predetto D.Lgs

2. Per i manifesti di cui alla lettera a) si fa riferimento alle attivit? e funzioni che il Comune esercita secondo le leggi statali e regionali, le norme statutarie, le disposizioni regolamentari e quelle che hanno per finalit? la cura degli interessi e la promozione dello sviluppo della comunit?, ai sensi della legge 8 giugno 1990, n. 142.

3. Per i manifesti di cui alla lettera f) il. soggetto che richiede l?affissione gratuita e? tenuto a precisare, in tale richiesta, la disposizione d? legge per effetto della quale l?affissione sia obbligatoria.

4. Per l?affissione gratuita. dei manifesti di cui alla lettera g) il soggetto richiedente deve allegare alla richiesta copia dei documenti dai quali risulta che i corsi sono gratuiti e regolarmente  autorizzati dall? autorit? competente.

5. Per l?affissione gratuita degli annunci mortuari, compresi nella casistica indicata alla lettera h), effettuata direttamente dall?impresa di pompe funebri, dovranno essere rispettate le seguenti modalit?:

?         Per tutti gli annunci devono essere affissi solo fogli di dimensioni non superiori a cm. 35 x 50;

?         ogni impresa provvede alle affissioni e defissioni dei propri annunci, e ha l?obbligo al momento della defissione di pulire lo spazio che occupava;

?         ? vietato togliere o coprire gli annunci delle altre imprese, gruppi o enti anche ove fossero scaduti i termini di affissione a meno di impellente necessit? ed urgenza. In tale caso possono essere coperti o rimossi gli annunci a partire dai pi? vecchi.

?         gli annunci funebri devono essere rimossi entro quattro giorni dalla celebrazione del funerale;

?         gli annunci di ringraziamento devono essere affissi contestualmente alla defissione del corrispondente annuncio funebre e sul medesimo spazio,qualora fosse ancora presente il relativo annuncio funebre.

Devono essere rimossi entro sette giorni dalla data di affissione.

 

Non sono compresi negli annunci mortuari i manifesti effettuati per anniversari e/o ricorrenze del defunto.

Per tali tipologie si dovr? ricorrere alle normali modalit? di affissione tramite l?apposito Servizio Comunale.

In tal caso ? dovuta la normale imposta sulle pubbliche affissioni ed i manifesti saranno apposti al di fuori degli spazi riservati all?affissione gratuita degli annunci mortuari.

 Visto l?art. 42 del D. Lgs. n. 267 del 18/08/2000 e ss.mm.;

propone al Consiglio Comunale:

1) di modificare l?art. 39 ?Dirtto-esenzioni? del vigente Regolamento comunale per la disciplina della pubblicit? e delle affissioni e per l?applicazione dell?imposta sulla pubblicit? e del diritto sulle pubbliche affissioni, come da testo che segue:

Art.39

Diritto -esenzioni

(Art 21 DLGS 507/93)

 

1.Sono esenti dal diritto sulle pubbliche affissioni:

a) i manifesti riguardanti le attivit? e funzioni istituzionali del Comune, da esso svolte in via esclusiva, esposti nell?ambito del proprio territorio;

b) i manifesti delle autorit? militari relative alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata ed ai richiami alle armi;

c) i manifesti riguardanti le attivit?  e funzioni istituzionali dello Stato, delle regioni e delle province in materia di tributi;

d) i manifesti dell?autorit? di polizia in materia di pubblica sicurezza;

e) i manifesti relativi ad ademp?menti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il parlamento europeo, regionali ed amministrative;

 f)  ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge;

g) i manifesti concernenti corsi scolastici e professionali gratuiti regolarmente autorizzati.

h) i manifesti affissi direttamente dai soggetti di cui all?art.20 del D.lgs 507/93, che abbiano presentato richiesta al comune, negli spazi all?uopo riservati secondo il disposto dell?art. 20 bis del predetto D.Lgs

2. Per i manifesti di cui alla lettera a) si fa riferimento alle attivit? e funzioni che il Comune esercita secondo le leggi statali e regionali, le norme statutarie, le disposizioni regolamentari e quelle che hanno per finalit? la cura degli interessi e la promozione dello sviluppo della comunit?, ai sensi della legge 8 giugno 1990, n. 142.

3. Per i manifesti di cui alla lettera f) il. soggetto che richiede l?affissione gratuita e? tenuto a precisare, in tale richiesta, la disposizione d? legge per effetto della quale l?affissione sia obbligatoria.

4. Per l?affissione gratuita. dei manifesti di cui alla lettera g) il soggetto richiedente deve allegare alla richiesta copia dei documenti dai quali risulta che i corsi sono gratuiti e regolarmente  autorizzati dall? autorit? competente.

5. Per l?affissione gratuita degli annunci mortuari, compresi nella casistica indicata alla lettera h), effettuata direttamente dall?impresa di pompe funebri, dovranno essere rispettate le seguenti modalit?:

?         Per tutti gli annunci devono essere affissi solo fogli di dimensioni non superiori a cm. 35 x 50;

?         ogni impresa provvede alle affissioni e defissioni dei propri annunci, e ha l?obbligo al momento della defissione di pulire lo spazio che occupava;

?         ? vietato togliere o coprire gli annunci delle altre imprese, gruppi o enti anche ove fossero scaduti i termini di affissione a meno di impellente necessit? ed urgenza. In tale caso possono essere coperti o rimossi gli annunci a partire dai pi? vecchi.

?         gli annunci funebri devono essere rimossi entro quattro giorni dalla celebrazione del funerale;

?         gli annunci di ringraziamento devono essere affissi contestualmente alla defissione del corrispondente annuncio funebre e sul medesimo spazio,qualora fosse ancora presente il relativo annuncio funebre.

Devono essere rimossi entro sette giorni dalla data di affissione.

 

Non sono compresi negli annunci mortuari i manifesti effettuati per anniversari e/o ricorrenze del defunto.

Per tali tipologie si dovr? ricorrere alle normali modalit? di affissione tramite l?apposito Servizio Comunale.

In tal caso ? dovuta la normale imposta sulle pubbliche affissioni ed i manifesti saranno apposti al di fuori degli spazi riservati all?affissione gratuita degli annunci mortuari.

 

2) Di provvedere all?invio della presente deliberazione al Ministero dell?Economia e delle Finanze, come previsto dall?art. 13, comma 15, del D.L. 201/2011, convertito in L. 22/12/2011 n. 214.


 

 


-
Deliberazione CC n. 29 del 18/10/2013 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: MODIFICA AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA PUBBLICITA? E DELLE AFFISSIONI E PER L?APPLICAZIONE DELL?IMPOSTA SULLA PUBBLICITA? E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI.




Il/La sottoscritto/a, Giovanni Corgnati, Amministratore, propone che il Consiglio Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Giovanni Corgnati







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione CC n. 29 del 18/10/2013 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: MODIFICA AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA PUBBLICITA? E DELLE AFFISSIONI E PER L?APPLICAZIONE DELL?IMPOSTA SULLA PUBBLICITA? E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI.

Udita la relazione Sindaco Giovanni Corgnati per i cui contenuti si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta;

 

Uditi gli Interventi dei Consiglieri Comunali Livio Autino, Giovanni Savio, Bruna Filippi e di nuovo  Giovanni Savio per i cui contenuti si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta;

 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 1 (Barcotti) espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.

 








-
Deliberazione CC n. 29 del 18/10/2013


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________