Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 24 del 18/07/2013


OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DI UNA MOZIONE SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA DESTINAZIONE DI PALAZZO CARPENETO (ART. 9, COMMI 31 E 32 DEL REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE).


Il giorno 18/07/2013 alle ore 21.00 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Castelli Gianni
3) Filippi Bruna
4) Cena Giovanni Rocco
5) Andreone Federica
6) Rigazio Anna
7) Grigolo Emiliano
8) Savio Giovanni
9) Bono Giovanni
10) Autino Livio
11) Vercellone Eliana
12) Bobba Remo
1) Barcotti Davide
2) Oddi Mauro
Totale presenti 12Totale assenti 2



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 10 dell'ordine del giorno.
Assiste alla seduta l'Assessore esterno Sig. Bertotto Stefano.

-
Deliberazione CC n. 24 del 18/07/2013 - PROPOSTA
OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DI UNA MOZIONE SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA DESTINAZIONE DI PALAZZO CARPENETO (ART. 9, COMMI 31 E 32 DEL REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE).

IL SINDACO

 

Premesso che:

-negli ultimi anni l?Amministrazione Comunale di Cigliano si era proposta l?obiettivo di ristrutturare Palazzo Carpeneto al fine di destinarlo a nuova sede municipale;

-che problemi tecnici legati a gravi carenze del progetto non hanno consentito la validazione  del progetto esecutivo per procedere all?appalto dei relativi lavori;

- che dal 1/1/2013 il Comune di Cigliano ? soggetto alle regole del patto di stabilit? che non consentono l?utilizzo delle risorse finanziarie all?uopo accantonate negli esercizi pregressi per ristrutturare il suddetto Palazzo e realizzare cos? uno dei pi? qualificanti punti programmatici dell?Amministrazione Comunale;

- che successivamente sono emerse gravi problematiche relativa alla stabilit? del Palazzo come si evince dalla relazione a firma dell?Ing. Orazio Minella in data maggio 2013;

- che da quanto certificato dallo stesso ing. Orazio Minella   con la relazione prima citata si evince che la situazione strutturale del Palazzo costituisce un serio, grave e concreto pericolo per la pubblica incolumit? per la sua vicinanza alla viabilit? pubblica, alla piazza principale del Paese ed anche, se non soprattutto, agli stabili che ospitano le scuole dell?obbligo del Comune di Cigliano;

- che il Sindaco con nota n. 4863 del 21/5/2013 ha sottoposto queste gravi problematiche all?attenzione del Prefetto di Vercelli che si ? subito preoccupato di incaricare i vigili del fuoco di Vercelli a provvedere al posizionamento di talune transenne a tutela del transito pedonale e veicolare al fine di  limitare il pericolo per la pubblica incolumit?;

- che ? stata inviata alla Soprintendenza ai Beni architettonici del Piemonte la nota n. 5355 del 7/6/2013;                       

- che la suddetta Soprintendenza con nota n. 17265 del 1/7/2013 ha chiesto che vengano messe in atto tutte le opere provvisionali necessarie per la salvaguardia del bene con particolare riferimento alle strutture portanti ed alla copertura;

- che con la stessa nota la Soprintendenza ha raccomandato di chiudere provvisoriamente tutte le aperture sui fronti per evitare che piogge di stravento rovinino gli orizzontamenti e le finiture e di verificare il corretto smaltimento delle acque meteoriche attraverso grondaie e pluviali;

 

 Ricordato nel dettaglio che:

Il Comune di Cigliano, pur disponendo delle risorse necessarie, non pu? ristrutturare palazzo Carpeneto dato che il Comune di Cigliano non pu? utilizzare, dovendo rispettare le rigide regole del patto di stabilit?, le suddette risorse per la messa in sicurezza del Palazzo (in base alla perizia ordinata al tecnico Orazio Ing. Minella  servirebbero anticipazioni di opere non finalizzate al progetto per un costo di circa ? 374.000), n? tanto meno per la contestuale messa in sicurezza e ristrutturazione del Palazzo per utilizzarlo come nuova sede municipale (servirebbero in totale  circa  2.174.000,00 di euro oltre i costi aggiuntivi che solitamente emergono in corsa d?opera);

 

Considerato che l?unica soluzione compatibile con gli attuali vincoli di finanza pubblica e che allo stesso tempo  garantisca l?eliminazione di ogni pericolo presente e futuro derivante dalle condizioni di instabilit?, appare quella di provvedere alla demolizione  del palazzo, attivando tutte le attenzioni per il recupero delle testimonianze storiche presenti.

 

PROPONE

 

Al Consiglio Comunale la condivisione e votazione della seguente mozione:

 

1. si dia mandato al Sindaco, alla Giunta Comunale ed al Responsabile del Servizio tecnico di mettere in atto tutti gli adempimenti necessari per eliminare ogni e qualsiasi situazione di pericolo per la pubblica incolumit? con particolare riferimento al transito veicolare e pedonale sulla pubblica via, sulla piazza Martiri della Libert?  anche e soprattutto in considerazione della vicinanza al Palazzo pericolante degli stabili che ospitano le Scuole dell?obbligo di Cigliano;

 

2. si proceda, a mettere in campo tutte le azioni, ivi compresa, la modifica del piano particolareggiato di recupero per prevedere anche la futura demolizione del palazzo al fine di garantire la sicurezza dei cittadini e la dignit? ambientale della piazza centrale del paese;

 

 3. Di inviare la presente mozione al Presidente della Giunta Regionale ai fini della concessione di un?eventuale deroga al patto di stabilit? ed  al Prefetto di Vercelli ed alla Soprintendenza per i Beni Architettonici del Piemonte per i provvedimenti di loro competenza.

 


-
Deliberazione CC n. 24 del 18/07/2013 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DI UNA MOZIONE SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA DESTINAZIONE DI PALAZZO CARPENETO (ART. 9, COMMI 31 E 32 DEL REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE).




Il/La sottoscritto/a, Giovanni Corgnati, Amministratore, propone che il Consiglio Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Giovanni Corgnati







PARERI PREVENTIVI



-
Deliberazione CC n. 24 del 18/07/2013 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DI UNA MOZIONE SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA DESTINAZIONE DI PALAZZO CARPENETO (ART. 9, COMMI 31 E 32 DEL REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE).

Udita la relazione del Sindaco - Giovanni Corganti - per i cui contenuti si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta.

 

Lo stesso Sindaco - Giovanni Corganti - d? completa lettura del testo della mozione.

 

Udito l?interventio dei Consiglieri Comunali Autino Livio, Cena Giovanni Rocco, Filippi Bruna, Savio Giovanni, del Sindaco - Giovanni Corgnati -  per i cui contenuti si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta.

 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;


Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.

 



Successivamente, stante l'urgenza di provvedere;
Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 - comma 4 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267






-
Deliberazione CC n. 24 del 18/07/2013


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________