Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 19 del 18/07/2013


OGGETTO: ISTITUZIONE NEL COMUNE DI CIGLIANO, A DECORRERE DAL 1 GENNAIO 2013, DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. APPROVAZIONE DELLE SCADENZE DEL VERSAMENTO DELL?ANNO 2013.


Il giorno 18/07/2013 alle ore 21.00 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Castelli Gianni
3) Filippi Bruna
4) Cena Giovanni Rocco
5) Andreone Federica
6) Rigazio Anna
7) Grigolo Emiliano
8) Savio Giovanni
9) Bono Giovanni
10) Autino Livio
11) Vercellone Eliana
12) Bobba Remo
1) Barcotti Davide
2) Oddi Mauro
Totale presenti 12Totale assenti 2



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 5 dell'ordine del giorno.
Assiste alla seduta l'Assessore esterno Sig. Bertotto Stefano.

-
Deliberazione CC n. 19 del 18/07/2013 - PROPOSTA
OGGETTO: ISTITUZIONE NEL COMUNE DI CIGLIANO, A DECORRERE DAL 1 GENNAIO 2013, DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. APPROVAZIONE DELLE SCADENZE DEL VERSAMENTO DELL?ANNO 2013.

L?Amministratore competente

 

Premesso che:

con l?articolo 14 del decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214, ? stato istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2013, il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi con soppressione di tutti i prelievi relativi alla gestione dei rifiuti urbani, sia di natura patrimoniale sia di natura tributaria, compresa l?addizionale per l?integrazione dei bilanci degli enti comunali di assistenza.

 

In virt? delle predette disposizioni, con decorrenza dal 1 gennaio 2013, cessa di avere applicazione nel Comune di Cigliano la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni di cui al D. Lgs. 507/1993, ferme restando le obbligazioni sorte prima di predetta data.

 

Il nuovo tributo si articola in due componenti:

 

La disciplina per l?applicazione del tributo ? attribuita, ai sensi del comma 22 della norma al Consiglio Comunale cui compete l?adozione di apposito regolamento ai sensi dell?articolo 52 del D. Lgs. 446/1997, concernente tra l?altro la classificazione delle categorie di attivit? con omogenea potenzialit? di produzione dei rifiuti, la disciplina delle riduzioni tariffarie, la disciplina di eventuali riduzioni ed esenzioni, l?individuazione di categorie di attivit? produttive di rifiuti speciali alle quali applicare, nell?obiettiva difficolt? di delimitare le superfici ove tali rifiuti si formano, percentuali di riduzione rispetto all?intera superficie su cui l?attivit? viene svolta ed i termini di presentazione della dichiarazione e del versamento del tributo.

In riferimento al versamento del tributo, il recente intervento modificativo del Decreto ?Salva Italia? Decreto Legge 201/2011, ad opera del decreto ?Salva Debiti? del 6 aprile 20113, al fine di consentire ai Comuni il corretto contemperamento delle esigenze di cassa nella gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel rapporto con le aziende di igiene urbana, d? la facolt?, per l?anno 2013, di intervenire sul numero delle rate e sulla scadenza delle stesse.

A tutela del contribuente ? previsto che la deliberazione di definizione delle rate e delle scadenza sia adottata e pubblicata dal Comune, anche sul sito web istituzionale, almeno trenta giorni prima della data di versamento.

In conformit? alle previsioni normative, il tributo pu? essere versato in rate, a titolo di acconto, commisurate alle tariffe del previgente regime di prelievo, rinviando all?ultima rata, relativa al 2013, il conguaglio tariffario a seguito dell?approvazione delle tariffe stabilite secondo il metodo normalizzato di cui al D.P.R. 158/1999, nonch? il pagamento della maggiorazione sui servizi indivisibili.

Nelle more dell?approvazione del regolamento per l?applicazione del nuovo tributo sui rifiuti e sui servizi, che sar? adottato con separato provvedimento deliberativo ai sensi dell?articolo 52 del D. Lgs. 446/1997, occorre procedere, con il presente provvedimento, all?istituzione nel comune di Cigliano, a decorrere dal 1 gennaio 2013, del tributo di cui all?articolo 14 del Decreto Legge 201/2011, convertito in Legge 214/2011 e s.m.i.. Il tributo assicura la copertura integrale dei costi relativi alla gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati agli urbani, attivit? espressamente qualificata di ?pubblico interesse? comprendente la raccolta, il trasporto, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti stessi,s volta in regime di privativa secondo le previsioni del codice ambientale sull?intero territorio comunale.

Con il medesimo provvedimento, in considerazione della necessit? di allineare le tempistiche di incasso del tributo a quelle di liquidazione del servizio di gestione dei rifiuti, si rende necessario definire per l?anno 2013 specifiche scadenze e modalit? di versamento del tributo.

In particolare si prevede di fissare il pagamento a titolo di acconto, commisurato alle tariffe TARSU 2012, approvate con deliberazione GC n.17 del 10/03/2012, in 2 rate scadenti per le utenze domestiche e non, il  30 settembre e il 30 novembre 2013.

 

ll pagamento in acconto, pari al 50% dell?imposta TARSU 2012, sar? richiesto mediante l?emissione di avvisi bonari e potr? essere effettuato tramite  i canali di versamento attivati dall?Ente per la riscossione diretta delle entrate tributarie comunali.


La seconda  rata di versamento, avente scadenza il  30 novembre 2013  sar? effettuata a titolo di conguaglio a seguito dell?approvazione delle tariffe stabilite per l?anno 2013 ai sensi del decreto ?Salva Italia? e comprender? la maggiorazione sui servizi indivisibili di cui al comma 13 del decreto. Il versamento sar? effettuato con le modalit? stabilite dalla legge;

 

VISTO il Testo Unico delle Leggi sull?Ordinamento degli Enti Locali, approvato con D. Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, nel quale, fra l?altro, all?art. 42 sono indicati gli atti rientranti nella competenza dei Consigli Comunali;

 

VISTO il parere favorevole di regolarit? tecnica e contabile dal Responsabile del Servizio Finanziario espresso sulla proposta di deliberazione ai sensi dell?art. 49, comma 2, del D. Lgs. 18.08.2000, n. 267;

 

propone al Consiglio Comunale

 

Di istituire nel Comune di Cigliano, a decorrere dal 1 gennaio 2013, il tributo di cui all?articolo 14 del Decreto Legge 201/2011, convertito in Legge 214/2011 e s.m.i.

 

Di definire per l?anno 2013 il versamento del tributo a titolo di acconto, commisurato alle tariffe TARSU 2012 approvate con deliberazione i GC n.17 del 10/03/2012, in 2 rate scadenti per le utenze domestiche e non, il  30 settembre e il 30 novembre 2013.

 

ll pagamento in acconto sar? richiesto mediante l?emissione di avvisi bonari e potr? essere effettuato tramite  i canali di versamento attivati dall?Ente per la riscossione diretta delle entrate tributarie comunali.

 

La seconda rata di versamento, avente scadenza il 30 novembre2013  sar? effettuata a titolo di conguaglio a seguito dell?approvazione delle tariffe stabilite per l?anno 2013 ai sensi del decreto ?Salva Italia? e comprender? la maggiorazione sui servizi indivisibili di cui al comma 13 del decreto. Il versamento sar? effettuato con le modalit? stabilite dalla legge;

 

Di dare atto che con separato provvedimento deliberativo sar? approvato, ai sensi dell?articolo 52 del D. Lgs. 446/1997 il regolamento per l?applicazione del tributo sui rifiuti e sui servizi.

 


-
Deliberazione CC n. 19 del 18/07/2013 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: ISTITUZIONE NEL COMUNE DI CIGLIANO, A DECORRERE DAL 1 GENNAIO 2013, DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. APPROVAZIONE DELLE SCADENZE DEL VERSAMENTO DELL?ANNO 2013.




Il/La sottoscritto/a, Giovanni Corgnati, Amministratore, propone che il Consiglio Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Giovanni Corgnati







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Alessandro Andreone




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione CC n. 19 del 18/07/2013 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: ISTITUZIONE NEL COMUNE DI CIGLIANO, A DECORRERE DAL 1 GENNAIO 2013, DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. APPROVAZIONE DELLE SCADENZE DEL VERSAMENTO DELL?ANNO 2013.

Udita la relazione del Sindaco - Giovanni Corganti - per i cui contenuti si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta.

 

Udito l?interventio del Consigliere Comunale - Cena Giovanni Rocco -  e del Sindaco - Giovanni Corgnati - per i cui contenuti si fa espresso rinvio alla registrazione audio della seduta.

 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 12, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.

 








-
Deliberazione CC n. 19 del 18/07/2013


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________