Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 25 del 23/03/2013


OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2013 PROVVISORIO E DELLE RELATIVE SCHEDE DEGLI OBIETTIVI.


Il giorno 23/03/2013 alle ore 09.00 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Rigazio Anna
3) Autino Livio
4) Castelli Gianni
5) Cena Giovanni Rocco
6) Bertotto Stefano
1) Filippi Bruna
Totale presenti 6Totale assenti 1






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 25 del 23/03/2013 - PROPOSTA
OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2013 PROVVISORIO E DELLE RELATIVE SCHEDE DEGLI OBIETTIVI.

L?Amministratore competente

 

Premesso che ? in via di definizione il progetto del Bilancio di Previsione per l?esercizio 2013 per essere sottoposto all?esame del Consiglio Comunale;

 

Visto l?art. 1, comma 381 della L. 24 dicembre 2012, n. 228 con cui il termine per l?approvazione del Bilancio di  Previsione 2013 degli Enti Locali ? stato differito al 30.06.2013 e che pertanto ricorrono i presupposti di cui al terzo comma dell?art. 163 del D. Lgs. n. 267/2000, che cos? testualmente recita: ?Ove la scadenza del termine per la deliberazione del bilancio di previsione sia stata fissata da norme statali in un periodo successivo all?inizio dell?esercizio finanziario di riferimento l?esercizio provvisorio si intende automaticamente autorizzato sino a tale termine e si applicano le modalit? di gestione di cui al comma 1 intendendosi come riferimento l?ultimo bilancio  definitivamente approvato?;

 

Preso atto:

-          che le succitate modalit? si concretizzano nella possibilit? di impegnare per ciascun intervento di spesa della previsione definitiva del bilancio 2012 importi non superiori mensilmente ad un dodicesimo dello stanziamento assestato;

-          che peraltro nelle more dell?esecutivit? del bilancio di previsione, lo svolgimento dei poteri gestionali in capo ai Responsabili di Settore, risulta fortemente limitato per la mancanza degli elementi di riferimento del P.E.G.;

-          che nel Bilancio di Previsione per l?esercizio 2012, definitivamente assestato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 del 30/11/2012, sono state fra l?altro individuate le risorse economiche attribuite a ciascun servizio, per lo svolgimento delle funzioni  istituzionali dell?Ente, secondo le  competenze individuate per ciascuna articolazione organizzativa;

-          che molte di queste attivit?, sulla base di esplicite disposizioni  di legge e di obbligazioni gi? assunte devono avere sviluppo obbligatorio e continuativo, soprattutto in relazione ai servizi alla persona.

 

Ritenuto che l?approvazione di un P.E.G. provvisorio, coerente con l?ultimo bilancio approvato  possa consentire di superare temporaneamente le difficolt? sopra citate, consentendo:

-          L?effettuazione di tutte quelle spese riguardanti la somministrazione e fornitura di beni e servizi a carattere continuativo;

-          L?effettuazione delle spese di cui all?art. 191 del D. Lgs. n. 267/2000;

-          L?effettuazione delle spese correlate a fondi con destinazione vincolata , gi? acquisiti al bilancio e gi? assegnati a obiettivi specifici;

-          La gestione dei residui attivi e passivi provenienti da esercizi precedenti, se attuativi di provvedimenti di indirizzo e autorizzazione gi? in precedenza adottati;

-          La gestione delle risorse umane e strumentali assegnate;

 

Considerato pertanto che, possono essere delineati come indirizzi operativi per l?utilizzo da parte dei responsabili di settore, delle risorse economiche utilizzabili in base a quanto previsto dall?art. 163 del D.Lgs.267/2000, per il periodo che va dal 1? gennaio 2013 sino all?avvenuta esecutivit? del P.E.G. i seguenti criteri:

-          Gli atti di gestione adottati nel suindicato periodo devono avere quale oggetto esclusivo attivit? istituzionali, riconducibili alle funzioni e ai compiti che il comune deve obbligatoriamente svolgere e che, nella loro attuazione, devono avere soluzione di continuit?;

-          L?impegno delle spese deve avvenire nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. 267/2000 con particolare riguardo a quanto stabilito dagli articoli 163 e 183;

-          L?acquisizione di beni e servizi, nonch? l?affidamento di incarichi professionali devono avvenire nel rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale in materia di appalti, nonch? a quanto stabilito dal vigente regolamento dei contratti dell?ente;

-          Gli atti di gestione non possono riguardare interventi, iniziative o progetti di nuova definizione o comunque con impostazione innovativa, richiedenti in ogni caso l?approvazione d?indirizzo dell?organo politico nel P.E..G.;

 

Dato atto che occorre anche procedere all?affidamento degli obiettivi ai centri di responsabilit? a cui sono riconducibili i servizi in cui ? strutturato il piano di gestione;

 

Visti gli obiettivi Piano di Gestione Comunale 2013 predisposti in collaborazione con il Nucleo di Valutazione ed il Segretario Generale  e allegati alla presente;

 

Ritenuto di approvare gli obiettivi per l?esercizio 2013, contenuti nelle allegate schede riferiti ai singoli centri di responsabilit? e che sono parte integrante del Piano Esecutivo di Gestione stesso;

 

propone alla Giunta Comunale:

 

1)      Di approvare il P.E.G. 2013 provvisorio di cui all?allegato A), formato sulla base degli stanziamenti definitivi risultanti dal P.E.G. 2012;

 

2)      Di approvare le schede con gli obiettivi assegnati ai centri di responsabilit? allegati alla presente che fanno parte integrante del Piano Esecutivo di Gestione;

 

3)      Di dare atto che i soggetti individuati dal Sindaco quali Responsabili di Settore sono automaticamente destinatari  del presente provvedimento e gestori dei capitoli di P.E.G. di competenza del settore assegnato, senza necessit? di ulteriori atti;

 

4)      Di dare atto che gli atti assunti dai responsabili abilitati in base della presente deliberazione dovranno rispettare quanto previsto dall?art.169 del D. Lgs. n. 267/2000;

 

5)      Di stabilire che il presente provvedimento avr? validit? fino all?approvazione del  bilancio di previsione 2013;

 

6)      Di impegnarsi a prevedere nel redigendo bilancio di previsione 2013 stanziamenti di spesa sufficienti a garantire copertura delle spese derivanti dagli atti di cui al precedente punto 2);

 

7)      Di trasmettere copia del presente provvedimento a tutti i Responsabili di settore.


-
Deliberazione GC n. 25 del 23/03/2013 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2013 PROVVISORIO E DELLE RELATIVE SCHEDE DEGLI OBIETTIVI.




Il/La sottoscritto/a, Giovanni Corgnati, Amministratore, propone che la Giunta Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Giovanni Corgnati







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Michelangelo La Rocca




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione GC n. 25 del 23/03/2013 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2013 PROVVISORIO E DELLE RELATIVE SCHEDE DEGLI OBIETTIVI.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 6, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.


Successivamente, stante l'urgenza di provvedere;
Con voti favorevoli 6, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 - comma 4 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267






-
Deliberazione GC n. 25 del 23/03/2013


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________

Allegato Allegato Allegato