Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 18 del 02/03/2013


OGGETTO: ADOZIONE MISURE ORGANIZZATIVE IN MATERIA DI TEMPESTIVITA? DEI PAGAMENTI E DI CONTROLLI INTERNI.


Il giorno 02/03/2013 alle ore 10,20 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Rigazio Anna
3) Castelli Gianni
4) Filippi Bruna
5) Cena Giovanni Rocco
6) Bertotto Stefano
1) Autino Livio
Totale presenti 6Totale assenti 1






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 18 del 02/03/2013 - PROPOSTA
OGGETTO: ADOZIONE MISURE ORGANIZZATIVE IN MATERIA DI TEMPESTIVITA? DEI PAGAMENTI E DI CONTROLLI INTERNI.

L?Amministratore competente

 

Premesso che l?art. 9 del D.L. n. 78 del 1? luglio 2009, convertito in L. 3.08.2009 n. 102, prevede:

- che le pubbliche amministrazioni, al fine di garantire la tempestivit? dei pagamenti, adottano entro il 31.12.2009, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, le opportune misure organizzative per garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti. Le misure adottate sono pubblicate sul sito internet dell?amministrazione;

- che nelle medesime pubbliche amministrazioni il funzionario che adotta impegni di spesa ha l?obbligo di accertare preventivamente che il programma dei conseguenti pagamenti sia compatibile con i relativi stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica; la violazione dell?obbligo di accertamento comporta responsabilit? disciplinare e amministrativa. Qualora lo stanziamento di bilancio, per ragioni sopravvenute, non consenta di far fronte all?obbligo contrattuale, l?amministrazione adotta le opportune iniziative, anche di tipo contabile, amministrativo o contrattuale, per evitare la formazione di debiti pregressi;

 

Preso atto che da tale disposizione discende la necessit? di adottare un insieme di misure per consentire il corretto espletamento delle attivit? amministrative, con particolare riguardo al punto 2) lett. a) dell?art. 9, che prevede la responsabilit? disciplinare ed amministrativa nei confronti dei funzionari che effettuino impegni di spesa non coerenti con il programma dei pagamenti nel rispetto delle norme che disciplinano la gestione del bilancio e delle norme di finanza pubblica (patto di stabilit?);

 

Constatato:

- che il disposto normativo trova immediati limiti rispetto all?attuale gestione del patto di stabilit? che prevede vincoli soprattutto per il pagamento delle spese in conto capitale per le quali, a differenza delle spese correnti, nonostante le risorse di cassa disponibili, il rispetto dei tempi di pagamento ? subordinato al raggiungimento degli obiettivi fissati dalle norme sul patto di stabilit?;

- che la necessit? di rispettare entrambi i vincoli (tempestivit? dei pagamenti e patto di stabilit?) rende indispensabile affrontare delicate scelte programmatiche per garantire il corretto espletamento delle attivit? da parte dei funzionari finalizzate al raggiungimento degli obiettivi programmati;

 

Considerato altres? che sui tempi di pagamento incidono i seguenti elementi:

-        l?art. 184 del D.lgs 18 agosto 2000, n. 267 che prevede, al comma 2, che la liquidazione debba essere disposta sulla base della documentazione necessaria a comprovare il diritto del creditore, a seguito del riscontro operato sulla regolarit? della fornitura o della prestazione e sulla rispondenza della stessa ai requisiti quantitativi e qualitativi, ai termini ed alle condizioni pattuite;

-        la verifica di cui al Decreto ministeriale 18 gennaio 2008, n. 40, concernente ?Modalit? di attuazione dell?articolo 48-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, recante disposizioni in materia di pagamenti da parte delle Pubbliche Amministrazioni? (per pagamenti superiori a ?. 10.000,00);

-        verifica della regolarit? contributiva;

-        la Legge 136/2010 in ordine alla tracciabilit? dei flussi finanziari:

-        il D.L. 22.06.2012, n. 83 convertito con modificazioni in legge 7.8.2012, n. 134?Misure urgenti per la crescita del paese? con particolare riferimento all?art. 18?Amministrazione aperta?;

-        il D.Lgs. 9-11-2012, n. 192 recante ?Modifiche al decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, per l?integrale recepimento della direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, a norma dell?articolo 10, comma 1, della legge 11 novembre 2011, n. 180?;

 

Richiamate altres? le recenti modifiche legislative in materia di controlli negli enti locali ed in particolare di controlli interni ai sensi dell?art. 147 e seguenti del D. Lgs. n. 267/2000;

 

Considerato che a tal fine ? stato approvato, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 29/12/2012, l?apposito regolamento che disciplina, tra l?altro, i controlli preventivi e successivi sugli atti, l?organizzazione e la metodologia del controllo successivo;

 

Ritenuto, pertanto, necessario ed indispensabile:

- adottare il piano programmatico dei pagamenti elaborato in modo tale da garantire il rispetto delle norme sul patto di stabilit?;

- delineare gli indirizzi necessari per dare piena attuazione all?art. 9 del D.L. n.78 del 1? luglio 2009, convertito in L. 3 agosto 2009, n. 102;

- adottare le misure organizzative necessarie a dare attuazione al regolamento sui controlli interni, come sopra approvato;

 

 

Visti:

- il vigente Statuto comunale;

- il vigente Regolamento di contabilit?;

- il vigente Regolamento sui controlli interni (art. 147 e seg. TUEL ? D.L. 174/2012);

- il D.Lgs. 267/2000;

 

propone alla Giunta Comunale

 

1.   DI APPROVARE il documento allegato ?A?, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, concernente le misure organizzative ed operative volte a garantire la tempestivit? dei pagamenti di questa Amministrazione comunale, che tiene conto tra l?altro delle recenti disposizioni intervenute in materia ed in particolar modo: art. 62 del DL 2/2012 e relativo Decreto attuativo; D.Lgs. 192/2012 recante modifiche al precedente D.Lgs. 231/2002; delle norme che disciplinano il Documento Unico di Regolarit? Contributiva (DURC).

2.   DI PUBBLICARE le presenti nuove misure sul sito internet di questo comune, ai sensi dell?art. 9 del D.L. 78/2009.

3.   DI ADOTTARE, successivamente all?approvazione del bilancio di previsione al quale sar? allegato il prospetto dimostrativo del rispetto del patto di stabilit? interno, il Piano Programmatico dei Pagamenti per l?anno 2013 e successivi al fine di orientare al meglio l?attivit? dell?ente e garantire il rispetto delle norme di finanza pubblica.

4.   DI DISPORRE, a decorrere dall?1/1/2013, che il perfezionamento degli impegni di spesa a valere sul titolo II ?Spesa in conto capitale?, sino all?adozione del piano programmatico dei pagamenti, avvenga nel limite delle riscossioni (conto competenza + conto residui attivi) del Titolo IV dell?entrata.

5.   DI APPROVARE il documento allegato ?B?, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, concernente le misure operative per l?attuazione dei controlli di regolarit? amministrativa e contabile degli atti di questa Amministrazione comunale, in ottemperanza al vigente regolamento in materia.

6.   DI TRASMETTERE il presente provvedimento ai Responsabili di Servizio al fine di dare massima ed immediata attuazione delle suddette misure organizzative.

 


-
Deliberazione GC n. 18 del 02/03/2013 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: ADOZIONE MISURE ORGANIZZATIVE IN MATERIA DI TEMPESTIVITA? DEI PAGAMENTI E DI CONTROLLI INTERNI.




Il/La sottoscritto/a, Giovanni Corgnati, Amministratore, propone che la Giunta Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Giovanni Corgnati







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità tecnica e alla regolarità e alla correttezza dell'azione amministrativa, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Michelangelo La Rocca




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, e dell'art. 147-bis, comma 1, del Decreto Legislativo n. 267 in data 18.08.2000, il RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile, in fase preventiva di formazione, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione GC n. 18 del 02/03/2013 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: ADOZIONE MISURE ORGANIZZATIVE IN MATERIA DI TEMPESTIVITA? DEI PAGAMENTI E DI CONTROLLI INTERNI.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 6, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.







-
Deliberazione GC n. 18 del 02/03/2013


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________

Allegato Allegato Allegato