logo certificazione
Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 28 del 31/03/2012


OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO AI SENSI DELL?ART. 16 COMMI 4 - 5 - 6 DEL D. LGS. N. 98 DEL 06/07/2011.


Il giorno 31/03/2012 alle ore 10,20 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Rigazio Anna
3) Castelli Gianni
4) Filippi Bruna
5) Nicolotti Valentino
1) Autino Livio
2) Bertotto Stefano
Totale presenti 5Totale assenti 2






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 28 del 31/03/2012 - PROPOSTA
OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO AI SENSI DELL?ART. 16 COMMI 4 - 5 - 6 DEL D. LGS. N. 98 DEL 06/07/2011.

L?Amministratore competente

Visti:

- il D.L. 06/07/2011 n. 98 ?Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria? il quale prevede, all?art. 16, il contenimento delle spese in materia di impiego pubblico;

- in particolare i commi 4, 5 e 6 del sopra richiamato articolo 16, che prevedono l?adozione di piani triennali di razionalizzazione e riqualificazione della spesa, di riordino e ristrutturazione amministrativa, di semplificazione e digitalizzazione, di riduzione dei costi della politica e di funzionamento;

 

Atteso che:

-  questo Comune, dopo l?istituzione delle procedure di controllo, effettua in ogni esercizio finanziario l?analisi dei centri di costo elementari, al fine di verificare le flessioni in positivo e in negativo della spesa corrente e di studiare politiche di verifica, controllo e contenimento;

- gi? negli anni precedenti, in particolare nel triennio 2009/2011, ha approvato un piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento;

- occorre proseguire anche nel triennio 2012/2014 l?attivit? svolta, individuando le voci di costo da monitorare e individuando alcune norme di comportamento da indirizzare agli uffici al fine di sensibilizzare gli operatori sulla necessit? di utilizzare con la massima economicit? possibile i beni strumentali messi a disposizione dall?Amministrazione;

 

Tutto ci? premesso e considerato;

 

propone alla Giunta Comunale 

 

1)        la premessa narrativa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e si intende qui richiamata;

2)        di affidare al Servizio Finanziario, per il triennio 2012/2014, il monitoraggio delle spese relative ai seguenti fattori produttivi:

a) energia elettrica;

b) gas;

c) telefono;

d) combustibili per riscaldamento;

e) benzina, gasolio e gas per autotrazione;

f) hardware e software;

g) affitti passivi.

 

3)        Di approvare le linee di indirizzo cui i Responsabili di Servizio e gli utilizzatori dovranno attenersi per l?utilizzo dei seguenti beni strumentali e/o risorse:

       a) apparecchiature di telefonia mobile:

-        l?assegnazione del telefono cellulare di servizio deve essere finalizzata ad accrescere l?efficienza e l?efficacia dell?attivit? amministrativa;

-        l?uso dei telefoni cellulari di servizio deve sempre seguire un criterio di utilizzazione predeterminato, finalizzato ad esigenze di servizio fuori sede, di reperibilit?, o in situazioni di emergenza per eventi calamitosi, e limitato alla durata di tale servizio;

-        non ?, pertanto, consentita l?assegnazione di telefoni cellulari a favore di soggetti le cui competenze ed attribuzioni, cos? come il luogo e le modalit? del loro espletamento, escludano una bench? minima esigenza del relativo impiego;

-        anche nelle situazioni ammesse, l?uso del telefono cellulare di servizio, essendo limitato alle specifiche esigenze lavorative, deve consentire una consegna in uso temporaneo e non un?assegnazione del telefonino e della connessa utenza;

-        le spese per l?acquisto/locazione, uso e manutenzione delle apparecchiature devono essere contenute nell?ambito delle somme disponibili per le spese telefoniche e quindi occorre valutare, in un contesto unitario, i miglioramenti delle prestazioni dell?Amministrazione e la razionalizzazione della spesa nell?intero sistema telefonico, a titolo esemplificativo riducendo le utenze fisse;

-        in ogni caso, deve essere predisposto un rigoroso monitoraggio dei consumi, per verificare l?economicit? dell?iniziativa, ed un controllo sulla documentazione delle chiamate effettuate.

b) parco automezzi:

-        gli automezzi del servizio in dotazione al Comune sono utilizzati per l?espletamento delle funzioni proprie dell?Amministrazione e, su specifiche autorizzazioni, per le attivit? svolte dalla Pro Loco e dal gruppo Comunale di protezione civile.

-        In esecuzione delle norme per la gestione dell?autoparco comunale (allegato al regolamento per l?ordinamento generale degli uffici e dei servizi), ogni fruitore dovr? rispettare le regole di seguito elencate:

a)      i dipendenti comunali sono tenuti a compilare e sottoscrivere, al termine dell?uso, i libretti di viaggio di cui gli automezzi sono dotati, a segnalare per iscritto tempestivamente al responsabile anomalie o guasti dei mezzi, parcheggiare (al termine del servizio) i mezzi esclusivamente nel garage del Comune, effettuare rifornimento di carburante solo presso il distributore convenzionato ovvero, nell?impossibilit? di farlo, effettuare il rifornimento mediante anticipo di cassa;

b)      i componenti del gruppo comunale della protezione civile e i componenti della Pro Loco sono tenuti a compilare e sottoscrivere, al termine dell?uso, i libretti di viaggio di cui gli automezzi sono dotati, a segnalare per iscritto tempestivamente al responsabile anomalie o guasti dei mezzi, parcheggiare (al termine del servizio) i mezzi esclusivamente nel garage del Comune, segnalare al responsabile la necessit? di integrare il carburante.

-        prima di acquisire un nuovo automezzo dovr? essere effettuata una valutazione comparativa, in relazione alla tipologia di automezzo e all?uso cui esso sar? destinato, sull?opportunit? di procedere all?acquisto oppure al noleggio a lungo termine ?tutto compreso?;

 

c) risparmio energetico:

-        in tutti gli edifici comunali deve essere assicurata la puntuale applicazione delle misure finalizzate al risparmio energetico contenute nel Decreto del Ministro per le attivit? Produttive 25.01.2006;

-        deve essere approntato un crono-programma per la progressiva sostituzione delle lampade ad incandescenza utilizzate per l?illuminazione pubblica;

 

d) utilizzo dotazioni informatiche:

-        in esecuzione delle norme di comportamento per gli incaricati del trattamento dei dati sensibili e per gli utenti del sistema informativo comunale dell?amministratore di sistema, si dispone il divieto di:

1) utilizzare la rete internet ed intranet per scopi incompatibili con l?attivit? istituzionale del Comune;

2) agire deliberatamente con attivit? che distraggono risorse (persone, capacit?, elaboratori);

3) installare programmi sul personal computer in dotazione senza la preventiva autorizzazione dell?amministrazione del sistema;

4) modificare la configurazione del personal computer in dotazione;

5) utilizzare la risorse hardware e software e i servizi disponibili per scopi personali.

 

e) beni immobili:

-        deve essere razionalizzato l?impiego degli spazi al fine di ottenere risparmi nelle utenze, servizi di pulizia ecc.

-        azioni tese alla valorizzazione degli immobili con cambi di funzione e recupero di spazi;

 

4) di provvedere alla pubblicazione del presente Piano sul sito internet dell?ente e al deposito di una copia dello stesso presso l?Ufficio Relazioni con il Pubblico;

 

5) di dare atto che il piano adottato sar? oggetto di infromazione alle organizzazioni sindacali rappresentative.

 


-
Deliberazione GC n. 28 del 31/03/2012 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO AI SENSI DELL?ART. 16 COMMI 4 - 5 - 6 DEL D. LGS. N. 98 DEL 06/07/2011.




Il/La sottoscritto/a, Valentino Nicolotti, Amministratore, propone che la Giunta Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Valentino Nicolotti







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità TECNICA, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Michelangelo La Rocca




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità CONTABILE, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione GC n. 28 del 31/03/2012 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO AI SENSI DELL?ART. 16 COMMI 4 - 5 - 6 DEL D. LGS. N. 98 DEL 06/07/2011.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 5, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.







-
Deliberazione GC n. 28 del 31/03/2012


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________