logo certificazione
Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 96 del 21/07/2011


OGGETTO: VARIANTE GENERALE DEL PIANO REGOLATORE COMUNALE. ATTO DI INDIRIZZO PER INCARICO ELABORAZIONE E STESURA STRUMENTI OPERATIVI.


Il giorno 21/07/2011 alle ore 10.30 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Filippi Bruna
3) Nicolotti Valentino
4) Bertotto Stefano
1) Rigazio Anna
2) Autino Livio
3) Castelli Gianni
Totale presenti 4Totale assenti 3






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 96 del 21/07/2011 - PROPOSTA
OGGETTO: VARIANTE GENERALE DEL PIANO REGOLATORE COMUNALE. ATTO DI INDIRIZZO PER INCARICO ELABORAZIONE E STESURA STRUMENTI OPERATIVI.

L?Amministratore competente

 

Premesso che:

o        il Comune di Cigliano ha concluso l?iter di redazione della Variante Generale del Piano Regolatore Generale e la stessa ? stata approvata con D.G.R.P. n. 9-910 del 03.11.2010;

o        la Variante Generale assomma in s? sia il progetto strutturale del territorio che la regolamentazione urbanistico operativa e le indicazioni per lo sviluppo della normativa urbanistica operativa e dei suoi strumenti attuativi;

o        il Piano approvato introduce nuove procedure di attuazione sia sul piano amministrativo che  progettuale  quali il  ?progetto urbano di coordinamento?, la ?perequazione urbanistica?, i ?diritti edificatori?, gli ambiti di trasformazione;

o        il Servizio Tecnico Comunale non dispone di specifiche competenze in campo urbanistico tali da elaborare e coordinare la fase di prima elaborazione ed applicazione della strumentazione operativa del Piano

Considerato che:

o        la Variante Generale di Piano rappresenta per l?Amministrazione Comunale uno snodo strategico per lo sviluppo di un?azione coordinata e partecipata di governo del territorio;

o        da parte di cittadini e professionisti locali sono pervenute dichiarazioni di disponibilit? a procedere nell?attuazione degli ambiti di trasformazione con richiesta di aprire tavoli di concertazione in merito alle nuove procedure;  

o        l?Amministrazione Comunale intende dare corso all?attuazione degli ambiti di trasformazione esterni APT ed ATR attivando la redazione dei ?progetti urbani di coordinamento?, la procedura della perequazione urbanistica e l?attivazione dell?archivio dei diritti edificatori e dare attuazione agli ambiti di trasformazione per insediamenti integrati urbani che sono di iniziativa pubblica e riguardano principalmente aree e fabbricati di propriet? comunale;

o        la fase attuativa della Variante Generale pu? essere accelerata mettendo in campo competenza ed esperienza professionale in grado di innescare il rapido raggiungimento di procedure, metodologie e comportamenti costituenti la fase di avvio e sperimentazione della componente operativa del Piano Urbanistico;

Valutato che:

o        ? interesse del Comune di Cigliano dare continuit? all?impostazione teorico-progettuale avviata con la redazione della Variante generale del P.R.G.C.;

o        la collaborazione con la societ? di progettazione Arkistudio e con l?architetto Tullio Toselli che la rappresenta ed ha curato la redazione del nuovo Piano Urbanistico ? stata molto positiva;

o        ? opportuno che sia lo stesso soggetto che ha redatto il Piano a seguire ed impostare l?avvio della sua fase operativa producendo metodologie ed elaborando procedure e strumenti attuativi in collaborazione con il Servizio Tecnico Comunale finalizzati a completare il lavoro svolto in sede di redazione del nuovo P.R.G.C.

proposta alla Giunta:

1)      di dare corso alla elaborazione e stesura dei seguenti strumenti operativi siano essi procedure tecnico amministrative o  piani urbanistici attuativi:

-          Progetto Urbano di Coordinamento dell?ambito di trasformazione APT2, PUC commerciale della localizzazione L2 e Piano Particolareggiato corrispondente all?area L2;

-          istruttoria per la valutazione e l?accoglimento delle proposte di piano urbano di coordinamento presentate da privati nonch? per la formazione dell?archivio comunale dei diritti edificatori;

-          stesura dei piani di recupero AR2 ed AR3 riferiti specificatamente ad interventi di riqualificazione del nucleo storico su propriet? prevalentemente comunali o comunque ad uso pubblico.

2)      di proseguire, nell?interesse del Comune di Cigliano, nella collaborazione con la societ? di progettazione Arkistudio di Vercelli che gi? ha redatto la Variante Generale del P.R.G.C. per le motivazioni gi? espresse in premessa;

3)      di invitare il Responsabile del Servizio Tecnico geometra Pierfelice Comoglio, nell?ambito della regolamentazione della trattativa diretta prevista dall?ultima parte del comma 11 dell?art. 125 del DLgs.163/2006 cos? come modificato con il D.L. 13/05/2001convertito con legge 106 del 12/07/2011 a provvedere con specifiche determine di propria competenza alla formalizzazione ed attuazione del presente atto di indirizzo.


-
Deliberazione GC n. 96 del 21/07/2011 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: VARIANTE GENERALE DEL PIANO REGOLATORE COMUNALE. ATTO DI INDIRIZZO PER INCARICO ELABORAZIONE E STESURA STRUMENTI OPERATIVI.




Il/La sottoscritto/a, Giovanni Corgnati, Amministratore, propone che la Giunta Comunale approvi la proposta di deliberazione sopra esposta.

L'AMMINISTRATORE COMPETENTE
F.to Giovanni Corgnati







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità TECNICA, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Pier Felice Comoglio





-
Deliberazione GC n. 96 del 21/07/2011 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: VARIANTE GENERALE DEL PIANO REGOLATORE COMUNALE. ATTO DI INDIRIZZO PER INCARICO ELABORAZIONE E STESURA STRUMENTI OPERATIVI.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 4, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.

 








-
Deliberazione GC n. 96 del 21/07/2011


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA il ____________________ ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________