logo certificazione
Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 15 del 22/02/2011


OGGETTO: VARIANTE ART. 17 COMMA 8? DELLA L.R. 56/77 E SS.MM.II. RELATIVA ALLE FASCE DI RISPETTO DEI CORSI D?ACQUA PUBBLICI ART. 142 DEL D. LGS. 42/2004.


Il giorno 22/02/2011 alle ore 21.00 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione ORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Castelli Gianni
3) Filippi Bruna
4) Cena Giovanni Rocco
5) Andreone Federica
6) Rigazio Anna
7) Nicolotti Valentino
8) Savio Giovanni
9) Bono Giovanni
10) Autino Livio
11) Bobba Stefano
1) Grigolo Emiliano
2) Vercellone Eliana
3) Bessone Enzo
4) Scavarda Claudia Maria
5) Campanella Paolo
6) Barcotti Davide
Totale presenti 11Totale assenti 6



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Michelangelo La Rocca il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 12 dell'ordine del giorno.
Assiste alla seduta l'Assessore esterno Sig. Bertotto Stefano.

-
Deliberazione CC n. 15 del 22/02/2011 - PROPOSTA
OGGETTO: VARIANTE ART. 17 COMMA 8? DELLA L.R. 56/77 E SS.MM.II. RELATIVA ALLE FASCE DI RISPETTO DEI CORSI D?ACQUA PUBBLICI ART. 142 DEL D. LGS. 42/2004.

Visto:

-          l?art. 17 comma 8 della L.R. 56/77 e s.m.i.

-          gli artt. 29 e 30 della L.R. 56/77 e s.m.i.

-          gli artt. 142 e 143 comma 4 del D.Lgs. 42/2004

-          il Regio Decreto 11/12/1933 N. 1775

-          il Regio Decreto 25/07/1904 N. 523

Dato atto:

-          della Deliberazione C.R. Piemonte del 24/02/2009 N. 24-8812 di approvazione del Piano Territoriale Provinciale

-          della Deliberazione G.R. Piemonte del 4/08/2009 N. 53-11975 di adozione del Piano Paesaggistico Regionale

-          della Deliberazione G.R. Piemonte del 3/11/2010 N. 9-910 di approvazione della Variante Generale del Piano Regolatore Comunale

Considerato che:

-          i canali irrigui: canale Depretis, Naviglio di Ivrea, canale di Cigliano non sono compresi nell?elenco delle acque pubbliche di cui al R.D. N. 1775 del 11.12.1933 richiamato dall?art. 142 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio D.Lgs. N. 42/2004

-          il Piano Paesaggistico Regionale adottato, alla tavola 4.3, individua il canale Depretis ed il Naviglio di Ivrea con la definizione di legenda ?Presenza stratificata di sistemi irrigui (art. 25)? e negli elaborati ?d ? Schede degli ambiti di paesaggio? ed ?e ? Elenco delle componenti e delle unit? di paesaggio? in relazione all?Ambito di Paesaggio 24 Pianura Vercellese vengono riportati il canale Depretis ed il Naviglio di Ivrea con riferimento alla normativa prevista agli artt. 25, 31 e 32 del P.P.R.

-          la Deliberazione G.R. Piemonte N. 53-11975 del 4/08/2009 di adozione del Piano Paesaggistico Regionale precisa espressamente che sugli immobili e sulle aree tutelate ai sensi dell?art. 134 del Codice debbono ritenersi in salvaguardia le prescrizioni degli articoli 13, 14, 16, 18, 26, 33 del Piano mentre non vi ? menzione degli artt. 25, 31 e 32 del Piano e pertanto per questi articoli non vi sono prescrizioni in salvaguardia.

-          Le Norme di Attuazione del P.R.G.C. non richiamano in nessun articolo prescrizioni relative a fasce di rispetto di mt. 150 ai sensi dell?art. 142 del D.Lgs. 42/2004 per i canali presenti sul territorio comunale in quanto questi canali non sono considerati acque pubbliche ai sensi del R.D. N. 1775 dell?11/12/1933

-          Una errata attribuzione delle prescrizioni normative del Piano Paesaggistico Regionale, a causa del medesimo colore attribuito in cartografia Tavola 4.3 del Piano Paesaggistico Regionale sia a ?Fascia fluviale interna (art. 14)? che a ?Presenza stratificata di sistemi irrigui (art. 25)?, ha indotto a riportare erroneamente sulle tavole P2, P3 e P4 del P.R.G.C. il tracciato di una fascia di rispetto dei canali irrigui con richiamo ai disposti dell?art. 142 del D.Lgs. 42/2004 Codice dei Beni Culturali del Paesaggio.

Tutto ci? premesso:

-          Al fine di eliminare il contrasto evidente tra le indicazioni contenute da una parte nelle Tavole P2, P3 e P4 del P.R.G.C. e dall?altra nelle Norme di Attuazione del P.R.G.C. e nel Piano Paesaggistico Regionale(tavola 4.3 e Norme).

-          Accertato che ? evidente ed univoca la correzione apportabile alla cartografia di P.R.G.C. e che quanto riportato sulle tavole P2, P3 e P4 in riferimento alle fasce di rispetto dei corsi d?acqua pubblici art. 142 del D.Lgs. 42/2004 non ? applicabile ai canali artificiali irrigui.

Constatato che ai sensi dell?art. 17 comma 8 lettera a della L.R. N. 56/77 e s.m.i. ? prevista la possibilit? di eliminare contrasti fra enunciazioni dello stesso strumento e di correggere errori materiali.

Formula la seguente proposta di deliberazione:

 

-          di stralciare dalle tavole P2, P3 e P4 la fascia di rispetto dei corsi d?acqua pubblici riferita all?art. 142 del D.Lgs. 42/2004.

-          di aggiornare conseguentemente le tavole P2, P3 e P4 del P.R.G.C. vigente.

-          di trasmettere la presente deliberazione unitamente all?aggiornamento delle tavole P2, P3 e P4 alla Regione Piemonte.


-
Deliberazione CC n. 15 del 22/02/2011 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: VARIANTE ART. 17 COMMA 8? DELLA L.R. 56/77 E SS.MM.II. RELATIVA ALLE FASCE DI RISPETTO DEI CORSI D?ACQUA PUBBLICI ART. 142 DEL D. LGS. 42/2004.







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità TECNICA, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Pier Felice Comoglio





-
Deliberazione CC n. 15 del 22/02/2011 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: VARIANTE ART. 17 COMMA 8? DELLA L.R. 56/77 E SS.MM.II. RELATIVA ALLE FASCE DI RISPETTO DEI CORSI D?ACQUA PUBBLICI ART. 142 DEL D. LGS. 42/2004.

UDITA LA RELAZIONE DELL? ARCH. TOSELLI TULLIO CHE ILLUSTRA LA PROPOSTA DI VARIANTE AL PRGC PRECISANDO CHE TRATTASI DI UNA CORREZIONE CARTOGRAFICA COME RISULTA DALL?INTERVENTO PER IL CUI TESTO SI FA ESPRESSO RINVIO ALLA REGISTRAZIONE AUDIO DELLA SEDUTA.

 

 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 10, contrari 0 e astenuti 1 (Bobba Stefano) espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di stralciare dalle tavole P2, P3 e P4 la fascia di rispetto dei corsi d?acqua pubblici riferita all?art. 142 del D.Lgs. 42/2004.

-          di aggiornare conseguentemente le tavole P2, P3 e P4 del P.R.G.C. vigente.

-          di trasmettere la presente deliberazione unitamente all?aggiornamento delle tavole P2, P3 e P4 alla Regione Piemonte.

 

 



Successivamente, stante l'urgenza di provvedere;
Con voti favorevoli 10, contrari 0 e astenuti 1 (Bobba Stefano)espressi in forma palese;

D E L I B E R A

Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 - comma 4 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267






-
Deliberazione CC n. 15 del 22/02/2011


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Michelangelo La Rocca





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________