logo certificazione
Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 146 del 11/12/2010


OGGETTO: DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI ALLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA.


Il giorno 11/12/2010 alle ore 11.00 nella sala delle adunanze, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalla vigente legge, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale.




All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Rigazio Anna
3) Autino Livio
4) Castelli Gianni
5) Nicolotti Valentino
6) Bertotto Stefano
1) Filippi Bruna
Totale presenti 6Totale assenti 1






Partecipa all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Clara Destro, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato.

-
Deliberazione GC n. 146 del 11/12/2010 - PROPOSTA
OGGETTO: DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI ALLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA.

     Premesso che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 in data 22/02/2010 ? stato approvato il bilancio di previsione per l?esercizio 2010, la relazione previsionale e programmatica e lo schema di bilancio pluriennale;

     Atteso che con la stessa deliberazione si predeterminava la destinazione dei proventi delle sanzioni alle norme del Codice della Strada per tutta l?annualit? 2010;

     Richiamato l?art. 208 del dlgs 285/1992, nel testo vigente dopo le modifiche apportate dalla legge 120/2010, il quale, a far data dal 13/08/2010 stabilisce:

- al comma 4 che una quota pari al 50% dei proventi spettanti ai comuni ? destinata: - in misura non inferiore a un quarto della quota citata, cio? non inferiore al 12,5% del totale, a: - interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di propriet? dell?ente; in misura non inferiore a un quarto della quota citata, cio? non inferiore al 12,5% del totale, a: - potenziamento delle attivit? di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l?acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale _; ad altre finalit?, in misura non superiore al 25% del totale, connesse a: - miglioramento della sicurezza stradale,

- al comma 5 che i comuni determinano annualmente, in via previsionale, con delibera della giunta, le quote da destinare alle predette finalit?, ferma restando la facolt? del comune di destinare, in tutto o in parte, la restante quota del 50 per cento dei proventi alle finalit? di cui al citato comma 4; - al comma 5 bis che la quota dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie citata nella lettera c del comma 4 (che si ricorda non pu? essere superiore al 25% del totale) pu? essere anche destinata a: - assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratti a tempo determinato ed a forme flessibili di lavoro; - finanziamento di progetti di potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale; - finanziamento di progetti di potenziamento dei servizi notturni e di prevenzione delle violazioni di cui agli articoli 186, 186-bis e 187; - acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale _; - potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana ed alla sicurezza stradale;

     Richiamato altres? l?art. 393 del D.P.R. 495/1992;

     Vista la deliberazione n. 104/2010/Reg del 15/09/2010 della Corte dei Conti - sezione regionale di controllo della Toscana e la deliberazione n. 37 /2010 /SRCPIE/PAR della Corte dei Conti - sezione regionale di controllo per il Piemonte;

     Atteso che nel bilancio di previsione per l?esercizio 2010, ai sensi dei precitati articoli, ? stata prevista, a titolo di accertamento dei proventi (comprensivi del rimborso delle spese accessorie e di notifica, con la sola esclusione di quelle per il recupero coattivo) derivanti dalle sanzioni per violazioni al dlgs 285/1992, una apposita risorsa d?entrata pari a ? 30.000,00;

     Viste le proposte di spesa formulate da _ relativamente a spese riconducibili a quelle previste dal comma 4 dell?art. 208 del dlgs 285/1992 relative all?esercizio finanziario 2010;

     Considerato che la Corte dei conti esclude dalla determinazione delle spese di personale da computare ai sensi dell?art. 1 comma 557 (per i comuni con pi? di 5 mila abitanti - si veda questionario per il 2010: punto 7.3) e al comma 1 art 562 (per i comuni fino a 5 mila abitanti - si veda questionario per il 2010: punto 6.3) della legge 296/2006 le spese per il personale stagionale a progetto_ finanziato con quote di proventi per violazioni al Codice della strada (fattispecie prevista dal comma 4-bis dell?art. 208 del dlgs 285/1992 nel testo vigente al momento della redazione di detti questionari, comma ora sostituito dal comma 5-bis a seguito della legge 120/2010 le cui fattispecie ivi finanziate si ha ragione di ritenere rimarranno nel loro complesso escluse dal computo delle spese di personale utili al calcolo del rispetto del patto di stabilit? interno);

     Considerato, per analogia, che le spese sostenute per le fattispecie previste dal vigente comma 5-bis dopo le modifiche apportate dalla legge 120/2010, siano da non computare nella determinazione della spesa di personale prevista dal testo del vigente articolo 76 comma 7 del dl 112/2008, che prevede: ?? fatto divieto agli enti nei quali l?incidenza delle spese di personale ? pari o superiore al 40% delle spese correnti di procedere ad assunzioni di personale_?;

     Considerato che, invece, le somme destinate a misure di assistenza e previdenza previste dal comma 4 lettera c) dell?articolo 208 del dlgs 285/1992, sono da considerarsi a tutti gli effetti nella base di calcolo utile alla verifica del rispetto della riduzione programmatica della spesa di personale (delibera 37/2010 Corte dei conti - sez. Piemonte e delibera n. 104/2010/Reg della Corte dei conti - sez. Toscana);

     Ritenuto pertanto di destinare, ai sensi del comma 4 dell?art. 208 del dlgs 285/1992, la somma di (pari al 50% dei proventi che si ritengono ragionevolmente di accertare, al netto del fondo di svalutazione crediti, per le violazioni al dlgs 285/1992 con riferimento all?ultimo triennio) prevista nel bilancio preventivo quale risorsa numero... per finanziare, anche solo parzialmente, i seguenti interventi di spesa (si veda tabella a pag. 37, ndr) Visto l?art. 48 del dlgs 18/08/2000 n. 267;

Formula la seguente proposta di deliberazione:

 

1) di destinare ? 15.000,00, pari al 50% dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie per violazione previste dal dlgs 285/1982 preventivati nel bilancio di previsione 2010 (nel periodo intercorrente tra il 13/8/2010 e il 31/12/2010) come da tabella allegata  (al netto del relativo fondo svalutazione crediti), per le finalit? indicate dal comma 4 dell?art. 208 del dlgs citato, finanziando parzialmente o integralmente gli interventi di spesa identificati nel prospetto sopra riportato;

 

2) di trasmettere in via informatica, entro il 31/5/2011, al ministero delle infrastrutture e dei trasporti e al ministero dell?interno copia della presente deliberazione congiuntamente alla relazione prevista dal comma 12-quater dell?articolo 208 del dlgs 285/1992 integrata con i dati previsti dal comma 12 bis dell?articolo 208 citato;

 

3) di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell?art. 134 - comma 4 - del D. Lgs. n. 267/2000 ess.mm.ii..


-
Deliberazione GC n. 146 del 11/12/2010 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI ALLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA.







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità TECNICA, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Claudio Milano




Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità CONTABILE, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
F.to Alessandro Andreone





-
Deliberazione GC n. 146 del 11/12/2010 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI ALLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA.

Successivamente il Presidente indice la votazione.


LA GIUNTA COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità contabile espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 6, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

di approvare la su estesa proposta di deliberazione che qui si intende integralmente riportata.







-
Deliberazione GC n. 146 del 11/12/2010


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio dal giorno al giorno ai sensi di Legge. Reg. Pubbl. n. /.

¤ Ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, del presente verbale viene data comunicazione oggi _______________, giorno di pubblicazione, ai capigruppo consiliari (elenco n. _______ prot. n. _______).

¤ Trasmessa in copia alla Prefettura (prot. n. ____________).

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________

Allegato Allegato Allegato