logo certificazione
Testo Pubblico
logo comune di Cigliano
COMUNE DI CIGLIANO
Provincia di Vercelli

VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE

N. 29 del 22/06/2009


OGGETTO: DEFINIZIONE DEGLI INDIRIZZI PER LE NOMINE, DESIGNAZIONI E REVOCHE DEI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE PRESSO ENTI, AZIENDE ED ISTITUZIONI.


Il giorno 22/06/2009 alle ore 21.00 nella sala delle adunanze consiliari, previa convocazione individuale effettuata nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione STRAORDINARIA e in seduta pubblica di PRIMA convocazione.

All'appello risultano:

Presenti                                             Assenti                                             
1) Corgnati Giovanni
2) Castelli Gianni
3) Filippi Bruna
4) Cena Giovanni Rocco
5) Andreone Federica
6) Rigazio Anna
7) Grigolo Emiliano
8) Nicolotti Valentino
9) Savio Giovanni
10) Bono Giovanni
11) Autino Livio
12) Vercellone Eliana
13) Regis Franco
14) Bessone Enzo
15) Bobba Stefano
16) Scavarda Claudia Maria
17) Campanella Paolo
Totale presenti 17Totale assenti 0



Assiste all'adunanza il Segretario Comunale Dott. Clara Destro il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, Corgnati Giovanni assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto sopra indicato, posto al n. 5 dell'ordine del giorno.
Assiste alla seduta l'Assessore esterno Sig. Bertotto Stefano.

-
Deliberazione CC n. 29 del 22/06/2009 - PROPOSTA
OGGETTO: DEFINIZIONE DEGLI INDIRIZZI PER LE NOMINE, DESIGNAZIONI E REVOCHE DEI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE PRESSO ENTI, AZIENDE ED ISTITUZIONI.


            Su proposta del Presidente;

 

            Visto l?art. 50, comma 8, del D. Lgs. N. 267/2000 e ss.mm., il quale testualmente recita: ?Sulla base degli indirizzi stabiliti dal consiglio il sindaco e il presidente della provincia provvedono alla nomina, alla designazione e alla revoca dei rappresentanti del comune e della provincia presso enti, aziende ed istituzioni?;

 

            Visto la Statuto comunale;

 

            vista la relativa proposta formulata ed illustrata dal Sindaco;

 

            Ravvisata l?opportunit? e l?utilit? di provvedere in merito;

 

            Visto l?art. 42 del D. Lgs. N. 267/2000;

 

            Visto il regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale;

 

Formula la seguente proposta di deliberazione:

 

1.        Di stabilire, ai sensi e per gli effetti dell?art. 50, comma 8, del D. Lgs. N. 267/2000 e ss.mm., i seguenti indirizzi per la nomina, la designazione o la revoca dei rappresentanti del Comune di Cigliano presso enti, aziende ed istituzioni:

 

Per la nomina e designazione:

?           Competenza specifica, per grado di istruzione o per esperienza lavorativa e/o professionale, sulle attivit? che costituiscono gli scopi dell?ente, azienda od istituzione;

?           I rappresentanti vanno scelti preferibilmente tra i residenti nel Comune, quelli scelti fuori Comune devono distinguersi per professionalit?, cultura od esperienza nell?attivit? dell?ente, azienda od istituzione;

?           Per ogni rappresentante eletto deve essere allegato all?atto della nomina il curriculum che dimostri il grado di istruzione o l?esperienza lavorativa o professionale;

?           Ogni rappresentante deve, all?atto della nomina, dichiarare di non versare in situazioni di ineleggibilit? o incompatibilit? con l?incarico e di conformarsi agli indirizzi dell?Amministrazione comunale che rappresenta;

?           Non possono, comunque, essere nominati rappresentanti presso gli organismi di che trattasi:

il coniuge, gli ascendenti, i discendenti, i parenti ed affini sino al 3? grado del Sindaco;

coloro che sono in lite con gli enti, aziende od istituzioni e coloro che sono titolari, amministratori, soci illimitatamente responsabili, dipendenti con poteri di rappresentanza o di coordinamento in imprese esercenti attivit? concorrenti o comunque connesse ai servizi di tali organismi;

coloro che abbiano riportato condanna, che siano sottoposti a procedimento penale o che siano soggetti a misura di prevenzione per uno dei delitti specificatamente indicati dall?art. 15 della L. 55/90;

?             l?eventuale nomina di coloro che si trovano nelle condizioni su indicate ? nulla e l?organo che vi abbia provveduto ? tenuto a revocarla non appena venuto a conoscenza dell?esistenza delle condizioni stesse;

?             nella nomina o designazione dei rappresentanti si terr? conto della pari opportunit? tra uomo e donna, promuovendo la presenza di entrambi i sessi;

 

Per la revoca

?           quando i rappresentanti osservino le linee di indirizzo e/o non svolgano un?azione amministrativa coerente con il documento politico dell?Amministrazione che rappresentano;

?           quando non intervengano a tre sedute del Consiglio di amministrazione dell?ente, azienda od istituzione senza giustificato motivo;

Per la decadenza

?           per decesso del rappresentante;

?           per perdita dell?elettorato e dei requisiti a rivestire la carica di consigliere comunale;

 

2.        di dare atto che prima di procedere alla nomina, il Sindaco sentir? i Capigruppo consiliari riuniti in apposita conferenza.


-
Deliberazione CC n. 29 del 22/06/2009 - PARERI PREVENTIVI
OGGETTO: DEFINIZIONE DEGLI INDIRIZZI PER LE NOMINE, DESIGNAZIONI E REVOCHE DEI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE PRESSO ENTI, AZIENDE ED ISTITUZIONI.







PARERI PREVENTIVI


Ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ESPRIME PARERE FAVOREVOLE in ordine alla regolarità TECNICA, del provvedimento che si intende approvare con la presente proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to Sabrina Barberis





-
Deliberazione CC n. 29 del 22/06/2009 - DISCUSSIONE, VOTAZIONE E DISPOSTO
OGGETTO: DEFINIZIONE DEGLI INDIRIZZI PER LE NOMINE, DESIGNAZIONI E REVOCHE DEI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE PRESSO ENTI, AZIENDE ED ISTITUZIONI.

Il Presidente introduce l?argomento ed invita il Segretario Comunale a relazionare sulla proposta in esame.

 

Segue l?intervento del Consigliere Franco REGIS per il cui testo si rinvia al processo verbale registrato e che qui si d? come integralmente riportato.

 

A questo punto nessun componente chiedendo la parola, il Presidente dichiara chiuso il dibattito ed invita l?assemblea a votare il punto all?ordine del giorno con la correzione dell?errore materiale al punto 1.  della proposta di deliberazione, paragrafo ?Per la revoca? e precisamente inserendo ?non? dopo le parole ?...quando i rappresentanti ...?.

 


 

Successivamente il Presidente indice la votazione.


IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista la sopraestesa proposta di deliberazione;

Visto il parere FAVOREVOLE in merito alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Servizio, ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000;


Con voti favorevoli 17, contrari 0 e astenuti 0 espressi in forma palese;

D E L I B E R A

1.        Di stabilire, ai sensi e per gli effetti dell?art. 50, comma 8, del D. Lgs. N. 267/2000 e ss.mm., i seguenti indirizzi per la nomina, la designazione o la revoca dei rappresentanti del Comune di Cigliano presso enti, aziende ed istituzioni:

 

Per la nomina e designazione:

?           Competenza specifica, per grado di istruzione o per esperienza lavorativa e/o professionale, sulle attivit? che costituiscono gli scopi dell?ente, azienda od istituzione;

?           I rappresentanti vanno scelti preferibilmente tra i residenti nel Comune, quelli scelti fuori Comune devono distinguersi per professionalit?, cultura od esperienza nell?attivit? dell?ente, azienda od istituzione;

?           Per ogni rappresentante eletto deve essere allegato all?atto della nomina il curriculum che dimostri il grado di istruzione o l?esperienza lavorativa o professionale;

?           Ogni rappresentante deve, all?atto della nomina, dichiarare di non versare in situazioni di ineleggibilit? o incompatibilit? con l?incarico e di conformarsi agli indirizzi dell?Amministrazione comunale che rappresenta;

?           Non possono, comunque, essere nominati rappresentanti presso gli organismi di che trattasi:

il coniuge, gli ascendenti, i discendenti, i parenti ed affini sino al 3? grado del Sindaco;

coloro che sono in lite con gli enti, aziende od istituzioni e coloro che sono titolari, amministratori, soci illimitatamente responsabili, dipendenti con poteri di rappresentanza o di coordinamento in imprese esercenti attivit? concorrenti o comunque connesse ai servizi di tali organismi;

coloro che abbiano riportato condanna, che siano sottoposti a procedimento penale o che siano soggetti a misura di prevenzione per uno dei delitti specificatamente indicati dall?art. 15 della L. 55/90;

?             l?eventuale nomina di coloro che si trovano nelle condizioni su indicate ? nulla e l?organo che vi abbia provveduto ? tenuto a revocarla non appena venuto a conoscenza dell?esistenza delle condizioni stesse;

?             nella nomina o designazione dei rappresentanti si terr? conto della pari opportunit? tra uomo e donna, promuovendo la presenza di entrambi i sessi;

 

Per la revoca

?           quando i rappresentanti non osservino le linee di indirizzo e/o non svolgano un?azione amministrativa coerente con il documento politico dell?Amministrazione che rappresentano;

?           quando non intervengano a tre sedute del Consiglio di amministrazione dell?ente, azienda od istituzione senza giustificato motivo;

Per la decadenza

?           per decesso del rappresentante;

?           per perdita dell?elettorato e dei requisiti a rivestire la carica di consigliere comunale;

 

2.        di dare atto che prima di procedere alla nomina, il Sindaco sentir? i Capigruppo consiliari riuniti in apposita conferenza.









-
Deliberazione CC n. 29 del 22/06/2009


Letto, approvato e sottoscritto:

IL PRESIDENTE
F.to Corgnati Giovanni

IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro





RELAZIONE DI PUBBLICAZIONE

La suestesa deliberazione;

¤ Viene pubblicata all'Albo Pretorio di questo Comune il giorno ______________ e per quindici giorni consecutivi ai sensi dell'art. 124 del Decreto Legislativo 18/08/2000 n. 267. Reg. Pubbl. n. ________.

¤ E' stata pubblicata all'Albo Pretorio il giorno ____________ e per giorni ________ ai sensi di Legge.

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






Il sottoscritto Segretario Comunale certifica che la suestesa deliberazione è divenuta ESECUTIVA ai sensi dell'art. 134 - comma 3 - del D.Lgs 18/08/2000 n. 267, decorsi dieci giorni dalla pubblicazione

Addì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to Clara Destro






LA PRESENTE COPIA E' CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO

Cigliano lì _______________
IL SEGRETARIO COMUNALE
Clara Destro

_________________________